Brindisi, uomo accoltella la sua ex e il nuovo compagno e poi si dà fuoco

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInFlipboardCondividi

Brindisi-34enne-accoltella-l-ex-ragazza-e-il-nuovo-fidanzato-e-poi-si-dà-fuocoL’uomo che ha accoltellato la sua ex ragazza e l’attuale suo compagno nella zona industriale di Torre Santa Susanna sembra che prima di darsi fuoco era stato ferito.

Non sono ancora chiare le dinamiche della lite ma pare che il De Punzo abbia prima litigato animatamente con la sua ex e l’attuale compagno e poi sia tornato a casa e si sia armato di un coltello e di fucile da caccia.

Le condizioni della ragazza rimangono gravissime mentre il ragazzo di 28 anni Daniele Scredi dovrebbe guarire in 30 giorni.

Un capodanno che sarà ricordato per sempre a Torre Santa Susanna un piccolo paese marittimo di Brindisi. Due giovani fidanzati sono stati aggrediti ed accoltellati per strada da un uomo che poi ha deciso di suicidarsi dandosi fuoco. Il terribile evento è avvenuto nella tarda serata di ieri verso le 23,00 quando in paese erano poche le persone che circolavano.

Pierluigi De Punzo un ragazzo di 34 anni che era un noto imprenditore del piccolo centro di Brindisi, ha deciso di vendicarsi e per gelosia ha prima accoltellato la sua ex ragazza Federica Guzzo di soli 25 anni e poi il suo nuovo compagno Daniele Scredi di 28 anni.

La ragazza è stata subito soccorsa ed è ora ricoverata all’ospedale Perrino di Lecce ed è in prognosi riservata, Daniele Scredi invece non è in pericolo di vita ed è ricoverato presso il plesso ospedaliero Fazzi di Lecce.

L’uomo che ha accoltellato i due giovani, Pierluigi De Punzo si è rifugiato in una campagna poco distante dal paese utilizzando un furgone della sua ditta e poi ha deciso di darsi fuoco. Sembra che prima che il De Punzo accoltellasse i giovani tra i tre sia scoppiata una furibonda lite al culmine della quale l’uomo ha tirato fuori il coltello ed ha ferito gravemente i due fidanzatini.

Sul drammatico evento sta ora indagando il magistrato Mito Stefano De Nozza che ha disposto l’autopsia sul corpo carbonizzato di Pierluigi De Punzo. I primi ad arrivare sul luogo dove era scoppiata la rissa sono stati i carabinieri che erano stati avvisati della furiosa lite scoppiata per strada da una telefonata anonima.

I carabinieri hanno trovato i due fidanzatini feriti ed hanno chiamato il pronto intervento del 118 che è intervenuto e dopo le prime medicazioni ha trasportato la donna in ospedale a Brindisi mentre il ragazzo, Daniele Scredi, ha raggiunto l’ospedale Fazzi di Lecce con la sua auto.

I carabinieri hanno ritrovato anche l’auto di Pierluigi De Punzo, una Ford Kuga, che aveva terminato la sua corsa contro un muro di cemento ed aveva gli airbag scoppiati. Accanto all’auto è stato ritrovato un fucile da caccia che è di proprietà del padre di Pierluigi De Punzo. Non è stato ritrovato dagli inquirenti il coltello con il quale Pierluigi De Punzo ha ferito la sua ex ragazza e Daniele Scredi.

Il ragazzo Daniele Scredi ha riportato delle ferite al collo e al viso che sono però guaribili in pochi giorni, molto più grave è la situazione di salute della ragazza Federica Guzzo che ha riportato ferite gravissime e lotta tra la vita e la morte.

La ricerca da parte dei carabinieri di Pierluigi De Punzo è durata tutta la serata di ieri ed il corpo del giovane imprenditore è stato trovato bruciato solo alle 2 di notte in una campagna a tre chilometri da Torre Santa Susanna.

loading...