Bobo Craxi e Enrico Mentana litigano in diretta tv su tangentopoli, video

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInFlipboardCondividi

Bobo-Craxi-e-Enrico-Mentana-litigano-in-diretta-tv-su-tangentopoli-video

Un acceso dibattito è avvenuto nel corso della trasmissione su La 7 dedicata alla serie televisiva Tangentopoli. La serie televisiva Tangentopoli è stata trasmessa in anteprima nel 2015 solo per abbonati sui canali Sky e questo anno è visibile in chiaro su La 7.  Enrico Mentana ha voluto dedicare una trasmissione nella quale si è discusso dell’anno 1992 periodo storico che ha provocato la fine della prima repubblica.

Ospiti della trasmissione erano Bobo Craxi, figlio dell’ex segretario del Partito Socialista Bettino e l’ex magistrato di Mani Pulite, Antonio Di Pietro. Ad un certo punto della trasmissione Enrico Mentana e Bobo Craxi hanno avuto un acceso diverbio. Il figlio di Bettino Craxi ha attaccato il conduttore della trasmissione affermando che: “Ma cosa c’entra il debito pubblico coi partiti tradizionali? la DC è scomparsa perché c’era il debito pubblico?”.

Enrico Mentana non è stato in silenzio e dopo qualche secondo ha risposto a Bobo Craxi con la seguente affermazione: “C’entra perché il sistema politico italiano era fatto sulle leggi di spesa che poi è crollato”. Bobo Craxi ha replicato duramente a Mentana con le seguenti parole: “L’avete aumentato anche nella seconda repubblica. Vedo che lei è un difensore estremo della seconda Repubblica”.

Il conduttore de La 7 a quel punto contro l’esponente di spicco del partito socialista ha pronunciato una frase molto velenosa: “Scusi Craxi sono stato tollerantissimo perché per lei è carne viva però i reati son reati”. Alla trasmissione ha partecipato il leader di Italia dei Valori Antonio Di Pietro. L’ex magistrato ha rivelato che nel 1992, anno in cui scoppiò tangentopoli, votò per il Movimento Sociale di Gianfranco Fini.

Poi Di Pietro ha anche detto che le indagini di mani pulite non hanno mai cercato di favorire nessun partito ed hanno solo tentato di scoprire la verità sulle vicende politiche di quel periodo storico.