Terremoto oggi a Roma, nuova scossa a pochi chilometri dalla capitale

Terremoto-a-Roma-tre-nuove-scosse-con-epicentro-a-Fonte-Nuova

Pochi minuti fa l’INGV ha registrato una nuova lievissima scossa di terremoto sempre a pochi chilometri da Roma città. La scossa, di magnitudo 1.4, è avvenuta alle ore 7,09 di stamane ad una profondità di chilometri 10 dalla crosta terrestre.

L’epicentro della scossa è stato registrato a soli 14 chilometri dalla capitale. Si teme che anche oggi ci siano nuove scosse di terremoto sempre nella stessa zona.

Nelle prime ore di oggi non sono state registrate nuove scosse a Roma e nella sua provincia. Si temeva che durante la notte potessero esserci ulteriori eventi tellurici ma così non è stato.

Non è escluso però che nuove scosse di terremoto possano essere registrate durante la giornata di oggi.  I sismologici hanno reso noto che è impossibile prevedere quando e dove deve avvenire un evento sismico. Al momento si è in grado di sapere le zone in Italia che sono ritenute ad alto rischio sismico e dove è più probabile che avvenga un terremoto.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato tre scosse di terremoto nella provincia di Roma. Il primo evento sismico, di magnitudo 2.5, è stato registrato nelle prime ore di ieri intorno alle 7,12 ad una profondità di chilometri 9 dalla crosta terrestre.

La scossa di terremoto, anche se lieve, è stata avvertita nella provincia di Roma da parecchi cittadini che hanno subissato di chiamate il centralino dei vigili del fuoco. I comuni vicino all’epicentro della scossa sono stati Fonte Nuova, Guidonia Montecello, Mentana, Sant’Angelo Romano, Monterotondo, Tivoli e Roma città.

La scossa è stata avvertita anche dagli abitanti della capitale. Subito dopo la prima scossa, di magnitudo 2.5, sono state registrate sempre nella stessa zona altre due eventi tellurici, il primo di magnitudo 2.2 e il secondo di magnitudo 2,0. I due eventi sismici sono avvenuti rispettivamente alle ore 17,53 e alle ore 17,56.

La provincia di Roma è ritenuta dai sismologi una zona a medio rischio sismico. Nella lunga storia di Roma non sono stati mai registrasti terremoti con magnitudo superiore a 4,0. Anche se nella zona di Roma non ci sono stati mai terremoti di una certa rilevanza, il rischio di gravi danni di alcuni edifici o monumenti di rilievo è elevatissimo.

Anche terremoti avvenuti a più di 100 chilometri di distanza dalla capitale hanno provocato danni agli antichi palazzi di Roma. Secondo i sismologi i terremoti, anche se lievi, a Roma possono essere pericolosi perché la città è costruita sulla piana del Tevere, quindi su un terreno molle che risente molto delle scosse telluriche.

Gli uomini della protezione civile di Roma e gli ingeneri del comune hanno svolto un attento sopralluogo per controllare la staticità degli edifici pubblici e dei monumenti. Il sopralluogo ha dato esito positivo, le scosse di terremoto non hanno provocato danni alle strutture degli edifici controllati.

loading...