Bari, bilancio choc per i botti di Capodanno sono tredici feriti, cinque in prognosi riservata

By | 1 gennaio 2017

Lecce, uomo evade arresti domiciliari, esce di casa ma viene investito mentre attraversa la strada Nelle prime ore di stamane un uomo che era agli arresti domiciliari è uscito di casa ma è stato investito mentre sulle strisce pedonali attraversava la strada. Il singolare evento è avvenuto a Lecce alle prime ore di stamane. L’uomo che è stato travolto dall’auto ed è agli arresti domiciliari si chiama G.C. ed ha 61 anni. L’uomo è stato investito da un ragazzo di 26 anni che era alla guida di un Opel Corsa. L’evento è avvenuto a Lecce alle 6 di stamane in viale della Repubblica. L’uomo è stato subito soccorso e trasferito al “Vito Fazzi” di Lecce dove i medici lo hanno medicato e gli hanno riscontrato diverse fratture. Sul posto dell’incidente sono intervenuti anche gli uomini della polizia municipale.

A Bari, nonostante l’ordinanza “anti botti” e i serrati controlli della polizia municipale, il bilancio delle persone ferite per lo scoppio di petardi nella notte di Capodanno è pesantissimo.

Secondo quanto riferito dalla Questura di Bari in tutta l’area metropolitana sono tredici i feriti, cinque dei quali versano in gravissime condizioni.

Tra i cinque feriti gravi vi è anche un minorenne. Le forze dell’ordine, solo nella giornata di ieri, hanno sequestrato a Bari città 50 chili di fuochi pirotecnici e sono state tre le persone denunciate.

L’esplosione di petardi ha provocato il danneggiamento di cabine telefoniche e di cestini portarifiuti.