Puglia, tragico incidente sul lavoro operaio di soli 24 anni muore schiacciato da una pressa

By | 16 gennaio 2017

Lecce, uomo evade arresti domiciliari, esce di casa ma viene investito mentre attraversa la strada Nelle prime ore di stamane un uomo che era agli arresti domiciliari è uscito di casa ma è stato investito mentre sulle strisce pedonali attraversava la strada. Il singolare evento è avvenuto a Lecce alle prime ore di stamane. L’uomo che è stato travolto dall’auto ed è agli arresti domiciliari si chiama G.C. ed ha 61 anni. L’uomo è stato investito da un ragazzo di 26 anni che era alla guida di un Opel Corsa. L’evento è avvenuto a Lecce alle 6 di stamane in viale della Repubblica. L’uomo è stato subito soccorso e trasferito al “Vito Fazzi” di Lecce dove i medici lo hanno medicato e gli hanno riscontrato diverse fratture. Sul posto dell’incidente sono intervenuti anche gli uomini della polizia municipale.

Un operaio di soli 24 anni è morto oggi in seguito ad un tragico incidente avvenuto mentre era a lavoro.

Il ragazzo che si chiamava Francesco Leo, originario di Francavilla, è morto perché schiacciato da una pressa utilizzata per comprimere i rifiuti.

L’incidente è avvenuto presso l’azienda “Far.Metal.Sud” di Francavilla Fontana. Sul posto sono intervenuti gli uomini delle forze dell’ordine ed i medici del 118 che non hanno potuto far altro che constatare la morte del povero operaio.

Il primo cittadino di Francavilla, Maurizio Bruno ha così commentato il terribile incidente: “Sono sconvolto e devastato. Da Maurizio, da padre, scrivere qualcosa in questo momento è l’ultimo dei miei pensieri. Ma da sindaco voglio che la famiglia del giovane operaio tragicamente scomparso questa mattina senta tutta la vicinanza, il calore e l’abbraccio della sua comunità”.