,

Maturità 2013: ultime novità tracce e temi

Maturità 2013: ultime novità tracce e temi

Maturità-2013-ultime-novità-tracce-e-temi

Gli esami di maturità sono alle porte per circa 500 studenti che stanno cercando di assimilare e imparare quanto più possibile per non trovarsi impreparati al momento delle prove sia scritte che orali. Mercoledì 19 si inizia con la prova di italiano: circolano tante voci Svevo, Pirandello Quasimodo e Ungaretti, vanno per la maggiore e per l’attualità girano argomenti come internet, social network per i 30 anni dalla sua uscita, e crisi economica. l’attualità si riempie di tante possibilità e c’è chi pensa anche ad un riferimento ai diritti delle donne, femminicidio e ai 50 anni dal disastro del Vajont e 10 anni dalla strage di Nassirya.

Qualcuno ha anche ricordato che quest’anno sono 130 anni dalla morte di Uberto Saba, quindi potrebbe anche una probabile traccia, come per i 700 anni dalla morte del Boccaccio. Queste sono solo previsioni, che nulla potrebbero avere a che fare con le tracce che usciranno dalle famose buste gialle il giorno 19 p.v. Il Miur ha pubblicato on line i nomi dei commissari che compongono le varie commissioni nelle scuole. Il massimo del punteggio cui ogni studente potrà aspirare, cioè 100 e lode, permette a chi intende proseguire negli studi di ricevere un premio in denaro oppure in alcuni atenei anche agevolazioni sulle tasse e ai test di ammissione alle facoltà a numero chiuso. Per il premio in denaro, il progetto “io merito” prevede una somma  a favore di color che hanno il massimo del punteggio e il cui importo si potrà sapere solo verso ottobre. Lo scorso anno sono stati corrisposti €650,00.

Coloro che possono aspirare a tanto saranno nominati nell’Albo Nazionale delle Eccellenze, pubblicato sul sito dell’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa. Per chi vuole iscriversi all’università, un buon punteggio significherebbe anche avere agevolazioni sulle tasse universitarie: il merito fa si che si possa aspirare ad una tassa di parecchio inferiore e alcuni atenei prevedono perfino l’esonero totale. Tanto accade per esempio nelle sedi di delle università La Sapienza e Tor Vergata di Roma, Alma Mater di Bologna, Carlo Bo di Urbino.

In alcune sedi invece l’esonero è parziale: la Statale di Milano, l’università Cattaneo di Catanzaro che applicano il 50% della riduzione sui versamenti del primo anno se si ha una votazione di almeno con 100, ma anche altre tra cui Ca’Foscari di Venezia e le università di Trieste, di Padova, di Udine.come accennato all’inizio, le prove iniziano mercoledi’ 19 con l’italiano; il giorno successivo la prova varia a seconda della scuola che si frequenta, la terza prova si sosterrà lunedì 24 giugno, la interdisciplinare che arà l’ultima degli scritti. Nei giorni a seguire si saprà l’elenco per gli orali, per cui ognuno dovrà prepararsi a sostenere il colloquio orale. In bocca al lupo a tutti i ragazzi impegnati in questo esame di Stato.

loading...