Milano, uomo ubriaco e al telefono, travolge auto di un giovane ferma al semaforo e lo uccide

0
184

Gli amici dell’avvocato Luca Andrea Latella sono ancora increduli per quello che è avvenuto nella giornata di venerdì. Un’auto, guidata da un peruviano 34enne ubriaco e distratto dal cellulare, ha travolto la Mini d’epoca del povero giovane avvocato uccidendolo sul colpo.

La macchina dell’avvocato era ferma al semaforo in attesa che scattasse il verde. L’auto è stata ritrovata a 50 metri dall’incrocio

Secondo le ultime ricostruzioni sull’incidente di Milano che è costato la vita al giovane avvocato. Il van Mercedes nero guidato dal peruviano ha prima  impattato violentemente contro la Mini scaraventandola a 50 metri di distanza e poi ha terminato la sua corsa contro il palo del semaforo abbattendolo.

La Mini aveva la parte posteriore completamente distrutta.

Arrivano nuovi particolari sull’incidente che è costato la vita a un giovane avvocato nella periferia di Milano. L’uomo fermato dalle forze dell’ordine un peruviano di 34 anni che era alla guida ubriaco e al cellulare era già noto alle forze dell’ordine perchè già in precedenza fermato per guida in stato di ebrezza.

Al peruviano la questura di Milano aveva ritirato la patente. Il peruviano era alla guida di una Mercedes van a nove posti e a travolto e ucciso il povero avvocato fermo al semaforo in attesa che scattasse il verde.

Ubriaco e distratto al volante dal suo cellulare un peruviano 34 anni a volante di una Van ha travolto un’auto, una Mini d’epoca, ferma al semaforo.

Il conducente della Mini d’epoca, un notissimo avvocato di 31 anni, è morto sul colpo per le ferite riportate.

Alcuni testimoni hanno raccontato che l’auto guidata dal peruviano è arrivata all’incrocio a velocità sostenuta ed ha travolto la Mini d’epoca del 31enne.

L’avvocato ucciso dalle gravi ferite riportate si chiamava Luca Adrea Latella ed era residente a Milano, era fermo al semaforo in attesa di superare l’incrocio.

L’incidente è avvenuto ieri alle 8,45 in via Virgilio Ferrari all’incrocio con via Campazzino nella periferia di Milano.

Il peruviano è stato fermato ed il pm Sara Arduini di Milano ha convalidato l’arresto che dovrà rispondere ora delle gravissime accuse di omicidio colposo e guida in stato di ebrezza.

L’avvocato Luca Andrea Latella era laureato alla Bocconi e il legale dell’Eni. Sul posto del terribile schianto sono arrivati i soccorritori del 118 che hanno cercato, senza successo, di rianimare il giovane.

Il conducente peruviano è risultato essere positivo all’alcol test ed è stato prima trasportato al Niguarda per le medicazioni alle ferite riportate, poi trasferito al carcere di San Vittore dove ha passato la notte.

Loading...
loading...