Loading...

Rc auto da oggi non si espone più il tagliando sul parabrezza

0
189
Rc-auto-da-oggi-non-più-obbligatorio-esporre-il-tagliando-sul-parabrezza

Rc-auto-da-oggi-non-più-obbligatorio-esporre-il-tagliando-sul-parabrezza

Il tempo di esibire il contrassegno sul parabrezza pena una salatissima multa oggi, anzi da ieri 18 ottobre 2015, non esiste più.

Se fino a sabato 17 ottobre era obbligatorio esporre il contrassegno per attestare di essere in regola con il pagamento dell’assicurazione obbligatoria oggi grazie ad una aggiornatissima banca dati questo passaggio è superato.

Vediamo cosa cambierà.

Una grossa novità nel campo della circolazione dei veicoli e della relativa assicurazione obbligatoria.

E’ caduto l’obbligo di esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza del veicolo.

Questa nuova disposizione è entrata in vigore da ieri, domenica 18 ottobre.

Dunque già da ieri non è più obbligatoria l’esposizione del contrassegno assicurativo sul parabrezza delle automobili ma indispensabile è tenerlo a bordo dell’auto.

Infatti, da domenica 18 ottobre non sarà più necessario esporre il tagliando assicurativo ma basterà tenere a bordo il certificato di assicurazione che dimostri che il rateo assicurativo è stato puntualmente pagato.

E’ l’art. 180 del codice della strada che prescrive l’obbligo di tenere sempre a bordo del veicolo l’attestazione di pagamento in modo che possa essere immediatamente verificabile la regolarità della copertura assicurativa.

L’Ivass, spiega , infatti, che è a carico degli automobilisti l’onere di “dimostrare di avere ottemperato all’obbligo di assicurazione esibendo l’attestazione dell’avvenuta stipula del contratto e del pagamento del relativo premio, che prevale in ogni caso rispetto a quanto accertato o contestato a seguito di consultazione della banca dati delle coperture r.c. auto”.

Da ieri, dunque, non è più obbligatoria l’esposizione del contrassegno assicurativo perché è stata istituita una banca dati che raccoglie tutti i dati relativi alle copertura assicurative.

Questa banca dati si trova presso la Direzione generale per la Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

A questo proposito l’Ivass ha spiegato: “l’obiettivo della dematerializzazione del contrassegno è principalmente quello di contrastare il fenomeno dell’evasione dell’obbligo assicurativo, anche al fine di promuovere significative riduzioni dei premi di assicurazione”.

Infatti, sono tantissimi i veicoli che girano senza avere la copertura assicurativa, più o meno  4 milioni di auto.

E’ proprio questo lo scopo della banca dati, scovare tutti gli evasori in tempo reale.

Loading...