breaking-news, Italia

Al Comune di Bari, se il collega fa il furbetto si denuncia via mail. A breve il via della piattaforma anti corruzione.

2016021871616-cartellini_sanremo-kcv-U106018273011358tE-700x394LaStampa_it

 

Il collega fa il furbetto sul posto di lavoro? Si allontana per fare la spesa? Lascia il cartellino da timbrare al collega più mattiniero per arrivare con più comodo? Si fa corrompere con mazzette? Compie abusi ed illeciti di qualsiasi natura a danno dell’ente o degli utenti?

Tra pochi giorni i dipendenti del Comune di Bari potranno segnalare con una mail, in forma rigorosamente anonima, i loro colleghi lavativi o soliti assumere comportamenti non proprio lineari.  Infatti a partire dal 15 giugno entrerà in funzione presso gli uffici un particolare sistema anti corruzione, progettato da ClioCom,  che si chiama «segnalazione interna di condotte illecite» e prende origine dal termine inglese: “whistleblowing” che vuol dire  “colui che suona il fischietto”.

Qualsiasi dipendente, insomma, potrà diventare la spia, il delatore del collega accanto segnalando qualsiasi movimento “strano” senza rivelare la sua identità. Il punto di forza del sistema è l’assoluta riservatezza sia del segnalante che del segnalato per scongiurare qualsiasi meccanismo oscuro per far carriera sulla pelle o a svantaggio del povero collega. Il  “ whistleblowing”ha come unico scopo quello di perseguire il bene della pubblica amministrazione e quindi di tutti.

La denuncia contenuta nella mail sarà recapitata al responsabile per l’anti corruzione del Comune che dovrà attivare i controlli. Ogni dipendente potrà accede alla piattaforma informatica con il suo codice segreto. Nessun altro potrà conoscere il contenuto della mail e le persone in essa segnalate, né la persona incaricata alla gestione delle mail.  “In questi giorni – ha spiegato il segretario generale del Comune di Bari, Mario D’Amelio, responsabile anti corruzione dell’ente – la piattaforma informatica è stata messa a punto nei nostri uffici per capire il funzionamento  prima dell’attivazione ufficiale”.