Bari & Dintorni

Apocalisse a Livorno, violentissimo nubifragio il bilancio è pesantissimo sono cinque i morti e tre i dispersi

Cinque persone sono morte a Livorno e tre risultano disperse in seguito al nubifragio che si è abbattuto sulla città.

«Abbiamo chiesto e ottenuto lo stato di calamità, la situazione è drammatica» ha dichiarato il sindaco della città, Filippo Nogarin, in un’intervista a RaiNews24.

«Le onde di piena hanno fatto tracimare molti fiumi», ha spiegato il primo cittadino, «molte famiglie sono state letteralmente travolte. L’allerta meteo non lasciava presagire quanto è accaduto».

Quattro corpi sono stati trovati in uno scantinato di via Nazzario Sauro, un corpo è stato trovato in via della Fontanella nella zona di Monterotondo-Montenero.

Sulla città e i suoi dintorni nella notte hanno soffiato venti fortissimi e molte strade si sono allagate, trasformandosi in fiumi.

La stazione dei treni di Livorno è inagibile dalle 3 di questa notte perchè è allagata e la linea ferroviaria tirrenica risulta interrotta tra Pisa e Campiglia con i convogli deviati via Firenze-Pisa. La linea ferroviaria tra Cecina, Livorno e Pisa è stata chiusa.

«La situazione è molto problematica, critica, spero non sia un disastro». Aveva detto nelle scorse ore il sindaco di Livorno Filippo Nogarin sulla situazione in città in seguito all’ondata di maltempo che l’ha colpita. «Ha piovuto tantissimo, ci sono grosse difficoltà, sono esondati alcuni corsi d’acqua, vengono segnalati smottamenti a Montenero».

Il primo cittadino si è poi recato a una riunione convocata dalla prefettura al centro coordinamento soccorso, in una sede della prefettura.

la città di Livorno è stata letteralmente allagata dal temporale che si è abbattuto nella notte sulla città: circa 400 millimetri in poco più di 4 ore.

Si segnalano gravissimi danni specie nella zona sud, con scantinati e strade invase dall’acqua e auto spazzate via. La situazione più critica nei quartieri di Collinaia e Ardenza e Montenero, per l’esondazione di alcuni dei torrenti cittadini e il fango che ha invaso gli scantinati delle case.

Persone sfollate nel quartiere di Salviano, mentre a Quercianella nella zona della stazione si è registrata una frana che ha interessato l’Aurelia. Il servizio urbano dei bus è stato interrotto per le condizioni della viabilità: sarà ripristinato a seconda del miglioramento della condizioni di sicurezza.

Anche i comuni limitrofi di Stagno e Collesalvetti sono finiti sott’acqua con enormi disagi per la circolazione. All’altezza di Vicarello, spiegano i vigili del fuoco, chiusa poi la superstrada Firenze-Pisa-Livorno risulta chiusa per allagamento, praticabile la viabilità secondaria.