Bari & Dintorni

Ucciso in Olanda il boss dei boss pugliese “Faccia d’angelo”, è un giallo

Il corpo senza vita di un italiano è stato rinvenuto ad Amsterdam. Si tratta di Saverio Tucci, 44 anni di Manfredonia con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti.

Le autorità olandesi hanno informato gli inquirenti italiani senza però fornire ulteriori dettagli sul luogo del ritrovamento. Secondo  prime indiscrezioni, però,  una persona sarebbe stata sottoposta a fermo.

Si tratterebbe di un altro cittadino italiano che avrebbe confessato l’omicidio.

Gli investigatori dell’Arma dei Carabinieri sono già al lavoro per informare parenti e amici della vittima ma, soprattutto, per cercare di ricostruire la dinamica dell’omicidio e il contesto in cui sarebbe maturato.

Gli inquirenti dovranno stabilire,in primis, da quanto tempo l’uomo si trovasse all’estero e soprattutto cosa ci facesse nella città olandese.

La vittima è un volto ben noto alle forze di polizia. Era conosciuto negli ambienti criminali con il soprannome di ‘Faccia d’ angelo” per il colore dei suoi occhi blu intenso; scampò già una prima volta ad un agguato avvenuto nell’agosto 2012 in via Galilei a Manfredonia. Quella mattina i killer esplosero alcuni colpi di fucile contro Saverio Tucci che riuscì, miracolosamente, a salvarsi trovando rifugio in un portone. Diversa invece la sorte del fratello maggiore, morto ammazzato a Carapelle, nel lontano 2002. Nel giugno del 2004, inoltre, Saverio Tucci venne coinvolto nell’operazione Iscaro-Saburo l’indagine della

Direzione distrettuale antimafia di Bari che decapitò la mafia garganica. Venne condannato, in via definitiva, a cinque anni e sei mesi di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti. Saverio Tucci è sempre stato ritenuto dagli inquirenti un uomo vicino al clan mafioso dei Libergolis, l’organizzazione criminale che opera su Monte Sant’Angelo da sempre in lotta con i Romito gruppo di fuoco che esercita il proprio potere mafioso sulla città di Manfredonia.