Bari & Dintorni

Puglia rapina da incubo, martellata a negoziante poi botte ad agenti e ginocchiate contro auto polizia

Una rapina da incubo. Un senegalese di 29 anni, Omar Kebe è finito agli arresti per aver colpito un commerciante  durante una rapina con alcuni colpi di martello e con un pugno in pieno volto.

Il senegalese adesso si trova in carcere a Foggia con l’accusa di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato a beni dello Stato. Il 29enne è stato fermato da una pattuglia dopo un breve inseguimento subito dopo la rapina. Il titolare del negozio infatti è riuscito a dare l’allarme e l’uomo è stato braccato dagli agenti che lo hanno immobilizzato.

Ad agire non era solo. Il 29enne senegalese era in compagnia di un complice che si è impossessato dell’incasso. Kebe invece è fuggito e durante l’arresto ha preso a calci e pugni gli aggenti colpendo e danneggiando anche l’auto della polizia. Il martelletto usato per l’aggressione è stato poi ritrovato sul bancone del negozio. Il titolare è stato immediatamente trasportato in ospedale col 118. Il senegalese, senza fissa dimora, aveva ricevuto nel 2016 il rifiuto da parte della Commissione di Perugia per la concessione della protezione internazionale.