Bari & Dintorni

“Non so come andare avanti” disoccupato ruba per fame: i carabinieri gli pagano il conto

“Non so come andare avanti e dopo aver interrotto la relazione con moglie e figli avevo bisogno di qualcosa da mettere sotto i denti. Sono senza lavoro e senza soldi». Si è scusato per il gesto e commosso ha ringraziato i carabinieri che gli hanno pagato il conto: una confezione di salame che aveva prelevato dallo scaffale di un supermercato sperando di non essere visto dagli addetti della vigilanza.

E invece il personale della sorveglianza già seguiva, fin dall’ingresso, quel pensionato settantenne, un po’ trasandato che si aggirava tra le corsie del centro commerciale di Albenga dove è accaduta la storia. Una volta superata la cassa è stato fermato e quindi la direzione ha atteso l’arrivo della pattuglia dei carabinieri.

Si è subito capito che non era il classico ladro, uno dei tanti che viene spesso fermato nei supermercati e centri commerciali della zona: l’uomo, originario di Cuneo e residente a Sanremo, era rimasto senza occupazione dopo essere stato licenziato dalla ditta dove lavorava. I militari hanno capito che non aveva fatto una “furbata”, ma era in reali difficoltà economiche e non sapeva come fare a campare. La moglie lo aveva lasciato e i figli avevano preso la loro strada e non lo cercavano più da diverso tempo. Non aveva i soldi per mangiare, perciò aveva rubato una confezione di salame del valore di pochi euro.

Il gesto poteva portare ad una denuncia per furto ed invece, una rapida telefonata con il comandante di stazione dell’Arma di Ceriale ha risolto ogni problema e per una volta superato anche eventuali guai con la giustizia. Non solo. I militari, una volta ottenuta l’autorizzazione, hanno deciso di pagare il conto facendo una colletta. Lui, commosso, ha ringraziato tutti. La direzione ha deciso di non presentare alcuna querela nei confronti dell’uomo.