Agente Polistrada si uccide in servizio: si allontana dal collega e si spara

0
336

Un assistente capo della polizia stradale 44 anni si è ucciso, questa mattina all’alba, mentre era in servizio sull’A10 tra i caselli di Arenzano e Prà.

L’agente, secondo quanto ricostruito dal collega in pattuglia con lui, ha accostato la vettura in una piazzola di sosta all’ altezza di Vesima. Poi, con la scusa di dover scendere un momento dall’auto d’ordinanza, si è allontanato qualche metro e pochi passi dopo ha rivolto contro se stesso la sua pistola di ordinanza. L’uomo, a quanto si apprende, era sposato e con la madre gravemente malata. Viveva a Busalla.

Ignoti i motivi del gesto.