Loading...

Forza Italia, Berlusconi affaticato: sospende la campagna elettorale

0
127
Berlusconi-no-a-sostegno-a-Matteo-Renzi-su-riforme

Affaticamento da campagna elettorale. Come sindrome, non esiste nei manuali di medicina. Ma Silvio Berlusconi, il cui corpo fa sempre notizia e si prende ogni volta la sua centralità, è caduto vittima di questa sorta di patologia. Fare le liste s’è rivelato uno stress per il Cavaliere che va per gli 82 anni. E conclusa l’opera si è chiuso in casa, ad Arcore e da giorni annulla ogni appuntamento in tivvù: due volte, l’ultima adesso, ha dato forfait a Porta a Porta, non è andato da Lucia Annunziata dove era prevista la sua partecipazione domenica scorsa e via così, dicono i suoi collaboratori.

Qualcosa di grave? Ma la pressione di Nonno Silvio fa i suoi sbalzi. Lui è davvero esausto. E l’intervento al cuore, due anni fa, non è stato un giochino per un uomo di questa età. Però Berlusconi annuncia: «Sto benissimo!». E allora la sua sparizione potrebbe essere di tipo molto diplomatico. Non andare in tivvù, così evita di parlare delle polemiche sulle liste. Non uscire di casa, e non farsi passare le telefonate per sottrarsi alle lagne di chi non è stato candidato e di chi ha avuto un posto in lista ma non nella parte alta.

«Mi spiace di deludere i nostri competitori ma io sto bene davvero e mi sono preso due giorni di sosta, dopo 5 giorni da 17 ore al giorno di lavoro per la composizione delle liste elettorali. Giorni difficili stressanti e dolorosi, ma adesso riprendiamo la campagna elettorale», ha detto poi Berlusconi in collegamento telefonico a Matrix. Sono stati, ha aggiunto, «giorni pieni di tensioni, di dubbi, ripensamenti e decisioni difficili, con il dispiacere, il dolore di dover deludere tante aspettative».

Loading...