Loading...

Il marito torna prima a casa e trova la moglie con l’amante: lite furiosa, in due all’ospedale

0
276
Roma-uomo-si-suicida-in-ospedale-alla-presenza-della-figlia

Il marito rientra a casa prima del previsto e trova la moglie in compagnia dell’amante: non ci ha più visto, ha decisamente perso le staffe e ha cominciato a menare le mani. Risultato: la moglie e il suo amante sono finiti all’ospedale. Quello che sembrava un sospetto, che avrebbe sicuramente voluto più scongiurare che confermare, è diventato però una prova inequivocabile per un uomo di 38 anni di Atri che martedì sera, rientrando a casa prima del previsto, ha sorpreso la compagna 39enne, in compagnia dell’amante 48enne. Così, in un appartamento di via Finocchi, nella zona dei “palazzi gemelli”, è scoppiato il finimondo.

La lite. Violentissima la lite scatenata da quell marito tradito, che si è conclusa, dopo lunghissimi attimi di vero terrore, con i due amanti, colti in flagranza di adulterio, costretti a far ricorso alle cure dei medici all’ospedale, viste le gravi lesioni riportate. Non deve essere stato affatto piacevole lo spettacolo che si è presentato di fronte a quel marito 38enne, che, al suo rientro nell’appartamento, sentendosi tradito e preso in giro, è andato su tutte le furie. Ha iniziato subito a sferrare pugni e calci alla cieca verso i due concubini, che hanno provato, invano, a giustificare quanto stavano facendo, anche se, vista l’evidenza dei fatti, c’era ben poco da spiegare.

I vicini. Il giovane marito tradito, ferito nell’orgoglio, non ha voluto sentire ragioni ed è andato avanti per diversi minuti nel picchiare i due, che hanno cercato di ripararsi il più possibile dalla girandola di colpi. Tutto quel trambusto che usciva dalla casa ha attirato inevitabilmente l’attenzione anche di alcuni vicini, che sono intervenuti cercando di far calmare il 38enne. Il quale, tuttavia, non ha voluto sentire ragioni. E giù ancora botte, continuando a tirare colpi violenti.

La fuga. Alla fine, dopo diversi minuti di parapiglia, più piglia che para, sfogata la grande rabbia, il marito tradito si è allontanato dall’appartamento in fretta e furia, e i due amanti, usciti parecchio malconci dall’episodio, sono dovuti ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso dell’ospedale di Atri.

I referti. La moglie 39enne ha riportato fratture ad alcune costole. Al suo amante 48enne, invece, è andata addirittura peggio ed è stato subito trasferito all’ospedale di Teramo per alcune lesioni al volto giudicate serie dai medici. Al momento non sono state presentate denunce da parte degli aggrediti, ma i medici dell’ospedale, che hanno stilato i referti dei due (per l’uomo si parla addirittura di una prognosi superiore a 20 giorni), hanno poco dopo informato le forze dell’ordine dell’accaduto, come da prassi in questi casi. L’autorità giudiziaria ha commissionato quindi un’indagine ai carabinieri di Atri e Silvi che nelle ore successive a quella resa dei conti hanno identificato i protagonisti della storia (tutti italiani e della zona) denunciando d’ufficio l’aggressore per lesioni personali aggravate.

Loading...