Annegati in piscina: i sogni infranti di Ilaria e Marco, 18 e 21 anni, lei si era tuffata per tentare di salvare l’amico

di | 26 Agosto 2018

Le comunità di Cambiano e Chieri, nel torinese, si preparano a dare l’ultimo saluto a Ilaria Abele, 18 anni, e Marco Lipari, 21 anni, annegati entrambi lo scorso 22 agosto nella piscina di un medico a Castelnuovo Don Bosco, dove si trovavano per una festicciola insieme ad alcuni amici tra cui la figlia di una collaboratrice domestica del proprietario. Quando ha visto che il suo amico Marco stava annegando, si è tuffata per salvarlo ma è stata trascinata giù. Per entrambi non c’è stato nulla da fare. Ecco le loro storie e i loro sogni, raccontati su TorinoToday da Davide Petrizzelli.

Marco si era diplomato all’istituto agrario Bonafous e sognava di fare il giardiniere. Tutti i luoghi di lavoro dove aveva fatto domanda, però, gli avevano richiesto di avere la patente. Lui, per ora, non poteva prenderla perché affetto da una lieve forma di epilessia. Avrebbe provato a ottenere l’autorizzazione dai medici il prossimo settembre ed era certo che stavolta gliel’avrebbero concessa. Aveva anche una grande passione per la musica e faceva parte dei percussionisti del gruppo Drum Theatre di Chieri, dove viveva con la famiglia. Amava anche esibirsi come dj.

Ilaria aveva appena compiuto 18 anni e si era appena diplomata in economia e commercio all’Istituto professionale Vittone di Chieri. Aveva un fratello più piccolo e viveva a Cambiano con la mamma, il patrigno e le sue tre figlie. Stava decidendo proprio in queste settimane che cosa fare della propria vita. Era un’appassionata della saga di The Hunger Games: aveva letto tutti i libri e visto tutti i film. Era una persona sempre disposta ad aiutare gli altri e anche in quest’occasione non è stata da meno: ha dato la sua vita per cercare di salvare quella del suo amico Marco.

Loading...