Bari & Dintorni

Napoli, la camorra ha condannato a morte Pocho, il famoso cane terrore degli spacciatori, su cui pende una grossa taglia

Tutti lo conoscono in Questura a  Napoli e da cinque anni, grazie al suo fiuto infallibile, ha permesso di sequestrare enormi quantitativi di droga.

Il suo nome è Pocho, in onore di Pocho Lavezzi, giocatore argentino molto apprezzato a Napoli. Pocho è un cane, un jack russel terrier e dal 2013 fa parte della squadra  anti-droga diventando l’incubo dei narcotrafficanti.

Molte le operazioni dove Pocho è stato il principale protagonista, soprattutto nei quartieri “difficili” di Scampia e Ponticelli.

Era il 2013, Pocho aveva solo 8 mesi quando fu donato da una famiglia di allevatori alla Polizia di Napoli. La notizia che circola in queste ore è che su Pocho c’è una taglia da parte della camorra.

La camorra ha condannato a morte il povero cane. Troppo insidioso per i clan un cane che riesce, grazie alla sua piccola statura di intrufolarsi in strettissimi cunicoli e in luoghi inaccessibili per l’uomo.