La Champions League divide le italiane: Juventus e Roma agli ottavi, Inter e Napoli rimandate

0
285


Sfiora solamente l’impresa il calcio italiano nell’attuale edizione della Champions League. Quattro squadre italiane non si qualificano agli ottavi della competizione dal 2003 e nella giornata di ieri questo storico traguardo è stato nuovamente rimandato a data da destinarsi.

Nell’ultimo turno di Champions è successo veramente di tutto, soprattutto all’Inter di Luciano Spalletti. I nerazzurri, impegnati in casa a San Siro contro il PSV di Mark van Bommel, dovevano conquistare almeno un punto in più del Tottenham di Mauricio Pochettino, di scena al Camp Nou, casa del Barcellona di Ernesto Valverde. Gli spagnoli hanno bloccato gli inglesi sull’1 a 1 ma l’Inter ha deciso di fare harakiri, non riuscendo a conquistare la vittoria contro il già eliminato PSV Eindhoven. 1 a 1 il risultato di Milano, con conseguente retrocessione in Europa League dei nerazzurri per via del gol subito proprio a San Siro contro il Tottenham. L’Inter lascia la massima competizione dopo esserci tornata dopo 6 anni di “astinenza” e certamente rimarrà qualche rammarico per una qualificazione “gettata al vento” negli ultimi due turni.

Vincere o pareggiare, due risultati su tre, erano queste le chance che il Napoli di Carlo Ancelotti aveva a disposizione nella difficile trasferta di Anfield Road, casa del Liverpool di Jurgen Klopp. I partenopei però subiscono la furia Reds e crollano per via di un gol dell’ex Roma Mohamed Salah. Protagonista assoluto anche l’altro ex romanista Alisson Becker, strepitoso nel finale di gara su un tiro ravvicinato di Arkadiusz Milik. Anche per i partenopei retrocessione in Europa League.

Sarà invece testa di serie la Juventus di Massimiliano Allegri, che termina il girone con la sconfitta per 2 a 1 in casa dello Young Boys ma passa come prima della classe per via della sconfitta a Valencia del Manchester United. Grazie a questo risultato i bianconeri di Cristiano Ronaldo potranno evitare nel sorteggio degli ottavi di finale squadre come Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco. Occhio però, perché ad esempio tra le seconde classificate ci saranno anche l’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone ed il Liverpool di Jurgen Klopp.

Il percorso della Roma di Eusebio Di Francesco era ormai chiaro dalla penultima giornata di Champions League. Inifluente quindi la sconfitta in casa del Viktoria Plzen con i giallorossi che terminano il loro girone alle spalle del Real Madrid. Un secondo posto che molto probabilmente regalerà un ottavo di finale veramente difficile al club capitolino, che certamente spererà di beccare il Porto, la squadra sulla carta più “abbordabile”. Ricordiamo che agli ottavi di finale non si può essere sorteggiati con una squadra della stessa nazione o comunque già incontrata nel girone.

Gli amanti delle scommesse non vedono l’ora di puntare sull’eventuale vittoria delle due competizioni di una delle squadre italiane. Non solo, molti scommettitori adorano puntare non sulla singola partita ma direttamente sulpassaggio del turno. L’acquolina in bocca è però la scelta del capocannoniere, con Cristiano Ronaldo fermo a quota 1 che, in caso di risveglio europeo, potrebbe fare veramente la fortuna di chi deciderà di puntare su di lui.

Loading...