Medico confonde le cartelle di due pazienti e rimuove un rene al paziente sbagliato, i due avevano lo stesso cognome

0
81

 

Un medico statunitense ha rimosso un rene dal paziente sbagliato dopo aver scambiato la cartella clinica con quella di un altro paziente con lo stesso nome, affetto da un tumore al rene. A tra anni di distanza da quel madornale errore, il dottor Ankur Parikh, 37enne  del Massachusetts, se l’è cavata solo con un rimprovero. Vittima dell’incredibile malinteso era stato il 65enne Albert Hubbard. Era l’8 luglio e all’ospedale Saint Vincent di Worcester non era l’unico a chiamarsi così.

I due Albert Hubbard avevano effettuato entrambi un’ecografia all’addome e al bacino. Il medico confuse le due cartelle e andò dall’Hubbard sano per dargli la drammatica notizia: “Ha un tumore al rene, le restano 5 anni di vita al massimo”. L’unica soluzione era rimuovere l’organo. Il paziente, che era andato in ospedale perché perdeva sangue quando urinava, è rimasto ovviamente scioccato dalla sconvolgente notizia; dodici giorni dopo, è stato sottoposto all’intervento. Ma quando il patologo ha analizzato il rene asportato, è venuto fuori l’errore: l’organo era perfettamente sano. Parikh è stato quindi costretto a dare la nuova scioccante notizia all’Hubbard sano: “Ho fatto un grave sbaglio…” ha ammesso.