Bari & Dintorni

Dopo 20 ore in sala operatoria e 6 interventi, chirurgo si addormenta tenendo il braccio del paziente

Alcuni medici sono dei veri e propri eroi. Come Luo Shanpen, chirurgo ortopedico del People’s Hospital di Guiyang, provincia cinese del Guizhou, che dopo 20 ore di lavoro e 6 operazioni consecutive si è addormentato di fianco al paziente, reggendogli il braccio che aveva appena riattaccato, per favorire la circolazione sanguigna.

Senza di lui l’uomo non ce l’avrebbe fatta: l’intervento, eseguito in urgenza, è durato 8 ore e il chirurgo ha finito alle 4 di mattina.

E subito dopo l’operazione, Luo è rimasto accanto al paziente e, in un gesto commovente, ha appoggiato la testa sul cuscino, ha chiuso gli occhi, mentre con la mano teneva ancora sollevato il braccio dell’uomo.

Ad immortalare questo momento è stata un’infermiera, che vedendo la scena non ha esitato un attimo e ha scattato la foto. L’immagine, che è apparsa su WeChat per la prima volta, sta facendo il giro del mondo e in pochissimo tempo è diventata virale. E Luo Shanpen è diventato un eroe, devoto al suo lavoro.

Il fatto risale a inizio gennaio: il medico si trovava alla fine del suo turno, ma quando in sala operatoria è giunto un paziente con il braccio amputato da un tritacarne, non ha esitato un solo istante.

Si è infilato il camice e ha iniziato ad operare. Successivamente il chirurgo ha spiegato che durante le ore di lavoro non si è mai sentito stanco e non si è mai addormentato prima del momento ripreso dell’infermiera.

20 ore di lavoro per 6 operazioni d’urgenza consecutive: il crollo momentaneo è ben giustificato. “Pensavo di chiudere solo gli occhi un attimo non di addormentarmi”, queste sono state le parole del medico. Mentre l’infermiera ha dichiarato: “Vedere la scena mi ha colpito al cuore”.