Bari & Dintorni

Decide di far causa ai suoi genitori perché lo hanno fatto nascere senza il suo consenso

La bizzarra notizia arriva da Mumbai, in India, dove vive Raphael Samuel, giovane avvocato ed attivista che da qualche tempo, sul web, diffonde la causa dei cosiddetti ‘antinatalisti’, secondo cui i genitori non hanno il diritto di far nascere dei figli senza il consenso dei diretti interessati.

 Una motivazione decisamente fantasiosa, che però Raphael supporta così: «Voglio dire a tutti i bambini indiani che non devono nulla ai loro genitori.

Anzi, ogni bambino deve sapere perché i genitori lo hanno voluto, è un suo diritto perché i bambini non devono essere messi al mondo per forza».

Raphael Samuel, nonostante la minaccia di azioni legali, assicura di avere un ottimo rapporto coi genitori: «Li amo, ma so che mi hanno messo al mondo per la loro felicità.

La mia vita è fantastica, ma non vedo perché dovrei dare la vita a qualcuno costringendolo a farsi un’istruzione, a cercare un lavoro e a pagare le tasse, senza che mi sia stato dato un permesso dal diretto interessato»