Bari & Dintorni

Sindrome della bella addormentata, 21enne costretta a dormire 22 ore al giorno, rimane in uno stato di trance per mangiare e bere

Rhoda Rodriguez Diaz è una studentessa di 21 anni di Leicester, Inghilterra, che soffre di una rara condizione medica che la costringe a dormire fino a 22 ore al giorno e a rimanere in uno stato di trance per mangiare, bere e andare in bagno. Nel peggiore dei casi, i suoi episodi di sonno possono durare anche tre settimane, e questo una volta le ha impedito di superare il secondo anno di università dopo aver dormito durante gli esami di fine corso.

Da bambina, il suo medico le diagnosticò un’ipersonnia, caratterizzata da una stanchezza estrema. Tuttavia -nel settembre 2018 – un medico specialista del Saint Thomas Hospital di Londra ha fornito a Rhoda Rodriguez Diaz la diagnosi esatta: la studentessa di psicologia ha la sindrome di Kleine-Levin. Comunemente conosciuta come “Sindrome della Bella Addormentata”, colpisce solo un paziente su un milione.

Non si conoscono ancora le cause esatte che possono provocare la Sindrome della Bella Addormentata, ma alcuni esperti affermano che i fattori ereditari possono dare alle persone una predisposizione genetica per sviluppare la patologia. Si pensa che la condizione sia dovuta ad un malfunzionamento della parte del cervello che regola il sonno, l’appetito e la temperatura corporea.

“La vita va avanti mentre dormo. La realtà mi investe quando mi sveglio e mi rendo conto di aver perso una settimana della mia vita. Sento una battuta d’arresto enorme quando succede. Mi perdo così tanto. Questa è la parte più difficile. È difficile spiegare alla gente dove sono stata, perché non riesco a spiegarlo. È un problema così raro che molte persone faticano a capire“, ha commentato Rhoda. La ragazza può trascorrere mesi interi senza che si verifichi un episodio, ma quando ne arriva uno, è completamente annientata.