Bari & Dintorni

Treno Frecciarossa Trenitalia, da Brescia a Napoli soppresso i due macchinisti erano ubriachi fradici

La direzione di Trenitalia ha dichiarato che niente di simile era mai accaduto in precedenza. Che sia vero o meno che non fosse mai capitato, l’episodio che si è verificato a carico di uno dei convogli del servizio ferroviario italiano ha davvero dell’inverosimile.

Il fatto è accaduto la mattina di domenica 28 aprile e si candida per entrare negli annali delle Ferrovie dello Stato, anche se non si tratta proprio di una storia edificante.

Alle ore 5:17 di domenica mattina doveva partire dalla stazione di Brescia il treno Frecciarossa 9604 diretto a Napoli. 67 infreddoliti passeggeri erano sulla banchina, in attesa che il convoglio – fermo sui binari – aprisse le porte e consentisse loro di entrare negli accoglienti vagoni. Il Frecciarossa è uno dei fiori all’occhiello del servizio ferroviario nazionale, forse un po’ meno i suoi macchinisti (almeno in questo caso, non facciamo di tutte l’erbe un fascio).

I macchinisti che avrebbero dovuto guidare quel treno si trovavano in albergo. Alle 4:00 avevano appuntamento per raggiungere il loro posto di lavoro. Solo che la sera prima i due, 20 anni il primo e 35 il secondo, si erano voluti svagare un po’. Non di sole rotaie vive il macchinista. Così sono andati a fare bisboccia e hanno finito con l’esagerare un tantino.

Forse anche più di un “tantino”, visto che il ventenne non è proprio riuscito ad alzarsi dal letto. A dirigersi in stazione – ligio al dovere – è stato così solo il suo collega trentacinquenne. A dire il vero, però, non si sentiva benissimo nemmeno lui. Arrivato alla stazione, è salito sulla locomotiva pronto a prendere servizio.

Lo stato di alterazione dell’uomo è subito saltato all’occhio del capotreno, anche per via di un altro “piccolo” particolare. Visto che i passeggeri a quel punto stavano congelando, il capotreno ha chiesto al macchinista di aprire le porte per farli salire. Quest’ultimo, però, si è “un po’ impicciato” con leve e pulsanti. In poche parole, non è riuscito a trovare il modo di compiere quella semplice operazione di routine.