Bari & Dintorni

Mobilita le forze dell’ordine perchè hanno rubato l’auto con la figlia dentro, ma cercava nel parcheggio sbagliato

Momenti di paura ieri attorno a mezzogiorno a Malcesine con una mobilitazione delle forze dell’ordine che hanno interessato anche il Trentino.

Un uomo di 45 anni aveva parcheggiato la propria auto, una Passat, lasciando all’interno la figlia di 10 anni, la radio accesa e le chiavi nel cruscotto.

Lui, assieme ad un amico, si era allontanato per fare del volantinaggio per la propria attività di parapendio sul monte Baldo. Poco dopo è tornato nel luogo dove credeva di aver parcheggiato l’auto ma sia il mezzo che la figlia erano scomparsi.

Immediatamente l’uomo ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine e la denuncia ha fatto scattare il protocollo previsto nei casi di sequestro di minori.

Immediatamente sono state avviate le ricerche coordinate dai carabinieri di Verona ma anche con i militari di Trento e Bolzano.

E’ stato fatto alzare in volo un elicottero e sono stati organizzati posti di blocco lungo l’asta del lago di Garda fino in autostrada. L’ipotesi è che qualcuno avesse rubato l’auto con all’interno la bimba.

Ad un certo punto però, mentre era in corso una mobilitazione generale, il padre della bimba si è accorto che il luogo dove aveva cercato l’auto era quello sbagliato. L

’auto con a bordo la figlia è stata trovata poco dopo nel luogo iniziale dove l’auto era stata parcheggiata. Il 45enne è stato denunciato dai carabinieri per procurato allarme e abbandono di minore.