Bari & Dintorni

10 giorni dopo il suo primo compleanno il piccolo rifiuta il ciuccio, la mamma capisce subito che il suo destino è segnato

Chiuse gli occhi per l’ultima volta 10 giorni dopo il suo primo compleanno, ma a quel punto Danyl O’Shaughnessy aveva sfidato ogni previsione fatta per lui. Quando la mamma era incinta dei suoi due figli gemelli nel 2017, i medici scoprirono che il secondo gemello aveva difetti cardiaci gravi e incurabili e le dava la possibilità di interrompere la gravidanza.

Danielle e suo marito Kevin, di Wallsend, si sono trovati di fronte a una scelta difficile, e alla fine decisero che, anche se non potevano averlo a lungo, “volevano davvero incontrare Danyl” e dare a suo fratello Dylan la migliore possibilità possibile. La coppia, che sono anche genitori di Oliver, di tre anni, hanno dovuto affrontare un mese doloroso prima della nascita.

“Ci sono state volte in cui mi è stato detto che entrambi i bambini erano in pericolo e sinceramente non sapevamo chi sarebbe uscito dalla gravidanza”, ha detto Danielle. Inizialmente i medici credevano che, anche se Danyl fosse sopravvissuto alla nascita, probabilmente non sarebbe sopravvissuto per più di tre giorni.

I gemelli nacquero alla Royal Victoria Infirmary di Newcastle nell’ottobre 2017 e, nonostante fosse leggermente più piccolo di suo fratello, Danyl si dimostrò un combattente sin dal primo giorno. Contro ogni probabilità, non aveva più bisogno di restare nell’incubatrice e alla famiglia fu detto che “potevano andare a casa per qualche settimana”, prima di ritornare a controllo.

In una normalissima giornata “Dopo pranzo Danyl non prese il suo ciuccio, come suo solito e, da li Danielle, capì che la situazione sarebbe peggiorata a breve.Infatti, “Cinque minuti dopo la sua respirazione cambiò completamente. “Lo strinsi forte ame e iniziai a dondolarlo e lui si addormentò, però non si svegliò più: era pacifico e completamente circondato dall’amore che gli serviva.