Bari & Dintorni

Ragazzina d 15 anni viene rapita da un serial killer ma riesce a chiamare il 112, il centralino dei carabinieri le chiede di riagganciare perché hanno più importanti chiamate, la piccola viene uccisa

Choc in Romania per la fine di Alexandra una ragazza di soli 15 anni che è stata rapita da un serial killer e poi uccisa.

La ragazza prima di essere brutalmente assassinata è riuscita a chiamare per ben tre volte il 112.

Ma tutte le volte che ha chiamato gli operatori del 112 hanno riferito che la chiamata non aveva una priorità alta e la ragazza doveva riagganciare.

Il comportamento inspiegabile degli operatori del 112 forse è motivato dal fatto che non credevano alle parole dette dalla ragazzina.

Il terribile fatto è avvenuto lo scorso 24 luglio Caracal a circa 140 chilometri da Bucarest, capitale della Romania.

La ragazza è stata prima picchiata e poi uccisa. Il corpo è stato ritrovato in un casolare solo nei giorni scorsi.

La ragazza si chiamava Alexandra Macesanu e abitava nel villaggio di Dobrosloveni, stava facendo l’autostop per tornare a casa quando è stata rapita.

A farla salire sull’auto un uomo coi capelli grigi, di circa 65 anni. L’uomo, che poi è stato arrestato si chiama Gheorghe Dinca.

L’uomo ha portato il corpo di Alexandra in un casolare di sua proprietà. In quel casolare le forze dell’ordine hanno trovato il corpo senza vita putrefatto di un’altra ragazza.