Ultimi sondaggi politico elettorali, nella “rossa” Emilia Romagna per la prima volta il Pd deve rincorrere, il centrodestra è in vantaggio, la Lega è il primo partito

0
375

Una situazione quasi drammatica per il Pd che nella “sua” Emilia Romagna si trova, per la prima volta nella storia, in netto svantaggio secondo gli ultimi sondaggi.

Il centrodestra con la sua candidata Lucia Borgonzoni è in netto vantaggio , si stima tra il 5 e il 7 punti percentuali.

Un vantaggio importante che il centrodestra deve gestire in questi due mesi che mancano alle votazioni. Elezioni, si voterà domenica 26 gennaio, molto attese  perché una possibile vittoria del centrodestra potrebbe influire nel provocare una crisi di governo e quindi a livello nazionale elezioni anticipate .

Il Pd in questa situazione deve cercare di recuperare il più possibile lo scantaggio.  Il governatore uscente emiliano, Stefano Bonaccini, è un personaggio molto conosciuto e apprezzato in tutta la regione.

Il centrosinistra punta molto sulla figura del governatore uscente per ribaltare il risultato. Anche perché Lucia Borgonzoni è vista, da molti, come una candidata debole.

Pesa sulla Bergonzoni in particolare la sconfitta alle elezioni del 2016 dove si presentò come candidata sindaco di Bologna del centrodestra.

Sul centrosinistra pesa in maniera determinante il mancato accordo, fino a questo momento con il Movimento Cinque Stelle.

Luigi Di Maio non ha ancora deciso, ma la base emiliana dei grillini non vuole saperne di una possibile alleanza con il Pd e di sostenere Stefano Bonaccini.

Un eventuale sostegno del M5S, con il suo attuale 8% di punti percentuali, potrebbe ribaltare le sorti delle elezioni del 26 gennaio.