Italia

Il premier Conte: “Il vento si sta sgonfiando, il consenso per SALVINI sta scemando”

Il premier Giuseppe Conte è stato ospite alla trasmissione Di martedì su la7. Il Presidente del Consiglio ha fatto un lungo bilancio sul suo governo e ha parlato dei progetti per il 2020.

Il Premier ha voluto sottolineare che con il governo giallofucsia ci sarà una dura battaglia all’evasione fiscale e ha precisato che  se non ci dovesse essere sarà meglio che il governo torni a casa.

Secondo Conte la lotta all’evasione potrebbe portare nelle casse dello stato una cifra assurda, superiore ai 100 miliardi di euro.

Poi Conte parla della sua volontà e di quella del governo di incentivare i pagamenti digitali: “Credo che arriveremo a far trovare nei conti correnti fino a 2mila euro come superbonus per i pagamenti digitali. Offriremo un ampio ventaglio di pagamenti digitalizzati”.

Giuseppe Conte ha poi parlato anche del suo nemico numero uno, Matteo Salvini: “Il consenso di Salvini sta scemando. Da cosa lo vedo? Dai sondaggi. Io credo che quando c’è una macchina comunicativa che è molto aggressiva, anche nel linguaggio e quindi spinge molto sulle paure delle persone, il vento si gonfia ma poi si sgonfia: è una parabola storica”.

Sull’alleanza con Il Pd ha detto: “Mi sento in una situazione più confortevole con questo esecutivo. Abbiamo un programma di governo riformatore ben articolato”.

Il Premier ha detto che spesso si sente con Beppe Grillo con il quale c’è piena sintonia: “Con Grillo ci ho parlato qualche volta e l’ho visto molto consapevole che questa è un’occasione storica per rendere l’Italia più verde e più digitale, per migliorare questo Paese”.

Con Beppe Grillo, Giuseppe Conte si è visto nel pomeriggio di ieri a un convegno. Tra i due c’è stato un saluto veloce anche se il premier ha detto che il sostegno del fondatore del Movimento 5 Stelle al governo è forte.