Italia

Coronavirus agente di scorta contagiato, il sottosegretario degli Interni Sibilia “Salvini non faccia di testa propria deve seguire le disposizioni del governo” il leader della Lega “Farò quello che le Autorità Sanitarie mi dicono di fare”

Un agente della scorta di Matteo Salvini è risultato essere positivo al test sul Coronavirus. Subito si sono susseguiti le diverse opinioni da parte dei due schieramenti politici.

Subito dopo la diffusione della notizia il sottosegretario agli Interni Carlo Sibilia ha sferrato un duro attacco nei confronti dell’ex Ministro Salvini: “Invitiamo tutti coloro, compreso Salvini, che hanno avuto documentati contatti con persone positive al test per il Covid-19 a seguire pedissequamente le disposizioni messe a punto dal governo e a non fare di testa propria, perché significherebbe mettere in pericolo i cittadini italiani. Il virus non guarda il tuo nome, non guarda la tua posizione sociale o il tuo status da parlamentare. Tutti devono seguire le disposizioni del governo. La salute dei cittadini viene prima del consenso elettorale”.

Matteo Salvini ha voluto chiarire la posizione, il leader della Lega si è messo a totale disposizione delle Autorità Sanitarie della Lombardia: “Sto bene, non sono mai stato a contatto col ragazzo della Polizia che potrebbe essere positivo, e ovviamente farò tutto quello che le Autorità sanitarie mi chiederanno di fare, come ogni altro cittadino. Chi riesce a fare polemica anche su una malattia, in alcuni casi arrivando ad augurarmi la morte, non merita risposta, al massimo un sorriso. Grazie per i tanti messaggi, adesso mangio piselli, pomodori e carne cruda, poi torno al telefono con sindaci e medici in prima linea contro il virus”