Gossip & Spettacolo

Carlo Conti una furia “Non ho mai mancato di rispetto a nessuno …”

Carlo Conti sta per iniziare, il prossimo autunno, una nuova edizione di Tale e quale show che è una trasmissione che piace tantissimo. Quest’anno, tra i vari concorrenti, ci sarà anche Stefania Orando reduce dalla casa del grande fratello vip che, per partecipare al programma di Carlo Conti ha rinunciato al ruolo di opinionista del Grande fratello, offertole da Alfonso Signorini.

Oltre Stefania Orlando ci sarà anche Alba Parietti.

Carlo Conti racconta la sua estate

Carlo Conti si sta godendo l’estate al mare e, in occasione di un’intervista rilasciata al settimanaleOggi, ha detto: “La mia è un’estate serena, con il sole, il mare, la famiglia e una new entry”. Infatti, la famiglia Conti ha adottato una cagnolina di soli tre mesi a cui ha dato il nome Gina.

E poi Conti ha anche detto: “Quando andiamo fuori è mio figlio Matteo a guidarla, sta scoprendo il mondo ed è scatenata”.

A proposito del rapporto con la moglie Francesca, ha dichiarato: “Ci unisce la semplicità … Ci piace fare le cose più normali, ci divertiamo ad andare al supermercato, noi tre insieme”.

E poi: “Ogni istante con mia moglie Francesca e nostro figlio Matteo vale più di qualsiasi spettacolo”. 

Carlo Conti e la polemica sul blackface

Carlo Conti l’anno scorso fu attaccato perchè accusato di fare blackface e cioè quando gli artisti bianchi si truccano per assomigliare ad artisti di colore.

A questo proposito Carlo Conti ha detto: “L’ho risolta così: tra i protagonisti ci sarà la cantante afroamericana Deborah Johnson, la figlia del musicista Wess. Sarà lei a portare in scena gli artisti di colore. Non sono mai stato d’accordo con queste polemiche. Sarebbe riduttivo, limitante e quasi ‘razzista’ non poter imitare artisti come Donna Summer, Gloria Gaynor, Barry White, James Brown e tutta la black music. A volte si perde di vista la logica, l’intelligenza e la leggerezza. A Tale e quale non abbiamo mai mancato di rispetto a nessuno”.

Sull’eventualità di presentare Sanremo ha detto: “Non faccio mai programmi a lungo termine. Bisogna vedere se un giorno (tra 2, 5 o 10 anni) l’azienda me lo proporrà e ci saranno le condizioni, se io avrò le energie, la voglia e soprattutto le idee per farlo. Non cerco né rincorro niente. Ho la soddisfazione di averne fatte tre edizioni, con ascolti, gradimento e introiti pubblicitari sempre crescenti”.