breaking-news, Italia

Juventus inarrestabile batte l’Atalanta grazie a Tevez e parate di Buffon

Juventus-inarrestabile-batte-l’-Atalanta-grazie-a-Tevez-e-parate-di-Buffon

Grande vittoria della Juventus sull’Atalanta grazie al trio Tevez-Buffon-Morata.

La squadra bianconera ieri sera ha dimostrato tutta la sua forza con un Tevez che sembra essersi ambientato perfettamente al calcio italiano e diventando oramai il vero leader della squadra bianconera.

Due gol e tanta classe dimostrata questo è Carlito Tevez che sembra essere diventato letale sotto porta.

Il primo alla fine del primo tempo, il giocatore argentino è stato lesto ad appoggiare in rete una palla vagante nell’area piccola, il secondo solo dopo 34 secondi dal rigore parato da Buffon con un tiro chirurgico che si è insaccato nell’angolino del portiere dell’Atalanta.

La squadra di Bergamo ha lottato ed ha avuto la possibilità di pareggiare grazie ad un rigore concesso dall’arbitro Orsato per un contatto tra Cliellini e Molina.

Sul dischetto si è presentato Denis che ha tirato angolato ma debole Buffon si è disteso sulla sua sinistra indovinando l’angolo e riuscendo a parare il rigore tirato dall’argentino.

Era un anno che il portierone della Juventus non riusciva nell’impresa di parare un rigore.

L’ultima rete è stata realizzata da Morata che è stato lesto ad incornare un bel cross proveniente dalla sinistra.

Il tecnico della Juventus subito dopo l’incontro era raggiante per la meritata  vittoria contro l’Atalanta ai microfoni Sky ha così commentato il successo sull’Atalanta: “E’ stata una bella vittoria, avevamo l’obbligo di vincere dopo la vittoria della Roma su di un campo difficile come quello di Bergamo. Non era semplice perché l’Atalanta in casa fa sempre grandi gare. Abbiamo avuto un inizio difficoltoso, ma dopo aver preso le misure siamo usciti fuori, grazie anche a Buffon che ha parato il rigore”. Buffon imbattuto, nei momenti importanti c’e’ sempre… “La differenza tra Gigi e gli altri e’ che lui riceve un tiro a partita ed e’ decisivo. E’ la differenza tra i campioni e i portieri normali”.


Massimiliano Allegri parla anche dei singoli e soprattutto del giocatore del momento Carlito Tevez che ancora una volta ieri è stato decisivo sotto porta: “Tevez sta dimostrando tutto il suo valore. Sta bene, si sacrifica e fa giocare bene tutta la squadra. Oltre ad essere forte tecnicamente e’ decisivo dal punto di vista caratteriale. Con Ibra ha in comune il fatto che vuole sempre vincere”.

Il tecnico della Juventus commenta così l’episodio della sostituzione di Vidal che è sembrato molto arrabbiato al momento del cambio: “Negli ultimi sei mesi si e’ allenato e ha giocato poco. Non e’ in ottime condizione, ma deve stare sereno perché ci può far fare il salto di qualità ed essere decisivo come lo e’ stato contro il Cesena”.

L’allenatore Juventus elogia il suo estremo difensore Gigi Buffon: “Quando ha parato il rigore ho detto a Gigi che e’ un grande, una cosa che del resto sa tutto il mondo. Noi grazie alla sua parata ci siamo svegliati e nell’azione successiva abbiamo segnato”.

Ora  bisogna pensare alla gara di mercoledì di Champions contro l’Atletico Madrid che sarà molto impegnativa.

La squadra spagnola l’anno scorso arrivo in finale di Champions battuto solo dal Real e vinse la liga spagnola meritatamente superando squadre come il Barcellona e il Real Madrid.

Quest’anno la squadra spagnola ha venduto qualche pezzo da novanta ma è sempre molto competitiva la dimostrazione che in liga è seconda a soli due punti dal Barcellona con quattro vittorie e due pareggi.

Subito dopo la Champions in campionato allo Juventus Stadium di Torino ci sarà il big-match tra la Juventus e la Roma anche ieri vincitrice contro il Verona grazie a due splendide realizzazioni una del centrocampista Florenzi e l’altra dell’attaccante Destro che ha realizzato un gol d’antologia raccogliendo una rimessa dell’estremo difensore della Roma e riuscendo con una staffilata quasi da centrocampo a bucare la rete dei veneti.