breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Facebook, latitante romeno arrestato per un selfie

Facebook-latitante-romeno-arrestato-per-un-selfie

La popolarità di Facebook ha raggiunto livelli immaginabili.

Il famoso social network permette agli utenti di condividere con  gli amici alcuni momenti belli ed altri un po’ meno della vita quotidiana.

Un pericoloso latitante romeno, di soli 26 anni, non ha resistito dal voler condividere le sue emozioni con gli amici di Facebook.

L’uomo, che si chiama Nicolae Petrut, dal suo smartphone si è scattato un selfie.

Nicolae Petrut nella foto era in compagnia di sua moglie e dei figli.

L’uomo di origine romena, che da tempo vive in Italia, ha deciso di postare la foto sulla pagina personale del noto social network.

Il giovane rumeno, sul quale pendeva un mandato d’arresto internazionale per tratta di esseri umani, aveva scattato la foto che lo ritraeva in compagnia della famiglia nelle vicinanze del portone dell’abitazione dove si nascondeva.

Gli inquirenti che da tempo indagavano sull’uomo per cercare di comprendere dove era si nascondeva, grazie alla foto postata su Facebook sono riusciti in pochi secondi ad individuare la località dove il pericoloso latitante si era rifugiato.

I carabinieri, dopo aver circondando la palazzina dove abitava il pericoloso malvivente, hanno fatto irruzione nell’abitazione nella quale abitava l’uomo di origine romena, immobilizzandolo in pochi minuti.


L’uomo è stato prima trasporto in questura e poi rinchiuso in carcere.

Nicolae Petrut  da tempo si nascondeva in un appartamento a Casal di Principe in provincia di Caserta.

L’uomo oltre al mandato d’arresto internazionale era ricercato in Italia per aver commesso numerosi reati.

In Italia era stato condannato per i reati di furto, rapina aggravata e violenza privata.

Nicolae Petrut risultava essere latitante da quasi un anno dagli inizi del 2014.

Il governo romeno non ha reso noto se chiederà all’Italia l’estradizione del pericoloso malvivente.