breaking-news, Italia

Isis, fuga dalla città di Derna in Libia

Isis-fuga-dalla-città-di-Derna-in-Libia

L’Isis si ritira da Derna una delle più grandi città libiche.

La città di Derna, che conta una popolazione di oltre 80 mila abitanti,  era stata proclamata la capitale del Califfato in Libia.

Sembra che la città di Derna sia stata abbandonata dall’esercito del Califfato improvvisamente.

La popolazione di Derna ha raccontato ad alcuni giornalisti che ha notato, in un primo momento,  un massiccio assembramento di uomini e di mezzi dell’Isis nel centro della città e poi le forze del Califfato in fretta hanno abbandonato la città.

La città di Derna era stata conquistata dall’Isis poco tempo fa ed era stata oggetto di barbarie dei terroristi islamici con centinaia di esecuzioni e atrocità.

La conferma dell’abbandono della città di Derna dovrebbe essere provata anche dal fatto che molti palazzi che erano stati occupati nel centro della città dagli uomini del Califfato ora sono vuoti.

Sui palazzi occupati sono rimaste solo le bandiere dei terroristi islamici che frettolosamente hanno deciso di abbandonare la città.


Le forze Jahidiste hanno abbandonato una città strategicamente importante come Derna perchè hanno subito, in queste ultime ore,violenti bombardamenti da parte dell’aviazione libica.

I terroristi islamici, non potendo contrastare i bombardamenti aerei perché privi di una propria contraerei, hanno deciso di abbandonare la grande città libica e di continuare la loro guerra nell’entroterra della Libia.

Le truppe del Califfato che avevano occupato Derna si sono rifugiate nella zona impervia del Ras Helal.

La conquista di Derna messa a punto dagli uomini dell’Isis fu annunciata come la prima di una lunga serie che avrebbe portato agli uomini del Califfato a conquistare tutta la Libia.

L’abbandono di Derna può considerarsi, per l’Italia, una buona notizia.

Derna è una città bagnata dal Mare Mediterraneo che si trova a “un tiro di schioppo” dalla nostra Sicilia.

L’Italia è stata oggetto, in questi giorni, di ripetute minacce da parte dell’Isis che avevano annunciato che presto avrebbero issato la bandiera del Califfato sul Colosseo.