breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Celiachia per le donne un nuovo modo per scoprirla

Celiachia-per-le-donne-un-nuovo-modo-per-scoprirla

L’associazione italiana celiachia ha diffuso nuovi allarmanti dati sulla diffusione in Italia della malattia che colpisce centinaia di migliaia di persone.

L’AIC ha reso noto che, a essere colpite dalla celiachia, sono soprattutto le donne e molte di esse non hanno ancora scoperto di esserne malate.

Le donne colpite da celiachia sono un numero elevatissimo, quasi il doppio degli uomini e 280 mila di loro non sono a conoscenza di soffrire della malattia.

Numeri che sono molto preoccupanti che raccontano di una malattia che più passano gli anni e più è in netta crescita.

Per cercare di comprendere come poter capire se si è diventati celiaci basterà consultare la brochure che l’associazione italiana celiachia ha stampato; si tratta di brochure redatte in occasione del prossimo 8 marzo, giorno della festa della donna.

La brochure che è una guida sulla celiachia sarà distribuita dall’associazione a tutti i medici di famiglia in modo che possano divulgare le informazioni ai loro pazienti.

Secondo l’AIC sono più di 400 mila le donne che soffrono di celiachia e solo 120 mila quelle che sanno di esserne malate.


Le numerose donne anche giovani che non sanno di essere malate di celiachia rischiano di essere colpite da alcune complicazioni che questa malattia comporta come menopausa precoce e osteoporosi.

Per evitare l’insorgenza di nuove  e più difficili patologie da curare, l’associazione italiana celiachia ha deciso di intraprendere tutte le strade possibili per cercare di portare a conoscenza i primi sintomi che provoca la celiachia.

Marco Silano, Coordinatore del comitato scientifico dell’AIC, ha dichiarato che il 72% delle persone malate di celiachia non sa di esserlo e non essere a conoscenza di essere malati di celiachia sono soprattutto le donne nelle quali, secondo i medici dell’associazione, la malattia si può presentare in modo “atipico”.

Elisabetta Tosi, che è alla presidenza dell’AIC ha così commentato l’idea di distribuire una guida sui sintomi della celiachia: “la diagnosi di celiachia deve essere posta dal medico, ma la consapevolezza dei propri disturbi e una corretta descrizione dei propri malesseri al curante permetterebbero diagnosi più rapide e precise’. Chi ha il dubbio di essere celiaca potrà dunque saperlo con un semplice test seguendo la guida “Donna e Celiachia”.