breaking-news, Italia

Caso Lupi, Alfano il Ncd più forte di prima nel governo Renzi

Caso-Lupi-Alfano-il-Ncd-più-forte-di-prima-nel-governo-Renzi

Angelino Alfano è inamovibile, il Nuovo Centrodestra non ha alcuna intenzione di uscire dall’esecutivo Renzi.

Il segretario del NCD è perentorio durante una lunga intervista al Corriere della Sera dichiarando che il suo partito è e sarà, anche nel futuro, protagonista nel governo Renzi.

Le note vicende che hanno interessato oramai l’ex ministro Lupi non hanno scalfito, secondo Alfano, l’accordo tra il Nuovo Centrodestra e il premier Matteo Renzi.

Angelino Alfano rende noto che il premier Renzi non ha mai sollecitato le dimissioni da ministro di Maurizio Lupi.

Il ministro degli Interni spiega che “né pubblicamente né privatamente. È stata la minoranza del Pd a lanciare un fuoco di fila di dichiarazioni sulle intercettazioni che riguardano Maurizio. Renzi ha subito forti pressioni dalla minoranza del Pd che voleva metterlo in difficoltà nei confronti di un esponente di primissimo piano del partito alleato”.

Angelino Alfano non risponde sul possibile avvicendamento tra Nunzia De Girolamo e Maurizio Lupi nell’incarico di capogruppo della Camera del Nuovo Centrodestra.

Il segretario del Nuovo Centrodestra ribadisce la sua fiducia incondizionata nei confronti di Maurizio Lupi sostenendo che l’ex ministro continuerà ad avere nel NCD un ruolo di primissimo piano.

Angelino Alfano sul possibile nuovo ruolo di Maurizio Lupi di capogruppo alla Camera dice che saranno i deputati del Nuovo Centrodestra a decidere in tal senso.


Angelino Alfano dichiara che il Nuovo Centrodestra non ha alcuna intenzione di perdere peso politico all’interno del governo Renzi e che comunque : “Non abbiamo particolare affezione riguardo al ministero delle Infrastrutture”.

Sembrerebbe però che l’onorevole Nunzia De Girolamo, attuale capogruppo alla Camera del Nuovo Centrodestra, non sia molto felice di lasciare il suo incarico e che sia pronta a dare battaglia all’interno del suo partito affinchè resti al suo posto.

Certo è che Maurizio Lupi, dopo le dimissioni da ministro, vorrà avere all’interno del partito del Nuovo Centrodestra un ruolo di primissimo piano.

Maurizio Lupi ha sostenuto che le sue dimissioni dal governo sono state un gesto che aveva come unico obiettivo rafforzare l’azione e la forza del governo stesso.