Loading...

Roma choc stupro in pieno centro violentata ragazza di 16 anni

0
198
Roma-choc-stupro-in-pieno-centro-violentata-ragazza-di-16-anni

Roma-choc-stupro-in-pieno-centro-violentata-ragazza-di-16-anni

Ancora una violenza sulle donne, ancora uno stupro nella città simbolo dell’Italia, Roma.

La scena orribile si è svolta su piazzale Clodio dove si trovava una ragazzina di appena sedici anni e dove è unicato anche il Tribunale di Roma.

La ragazzina sarebbe stata violentata da un uomo che le si è avvicinato fingendosi un poliziotto per poi usarle violenza.

Lo stupratore sembrerebbe essere un italiano che ha invitato la ragazza ad andare con lui imbastendo una  bugia.

La ragazza che non era sola ma con due amiche della sua stessa età e che avevano appena assistito ad un concerto si trovavano alla fermata di un autobus per fare ritorno a casa.

Il finto poliziotto si  avvicinato loro e ha chiesto a tutte e tre di esibire i documenti e poi solo ad una delle ragazze, quella che poi in seguito ha stuprato, ha chiesto di andare con lui perché erano necessari degli accertamenti.

Le amiche hanno aspettato la ragazza che si era allontanata con il poliziotto per parecchio tempo e dopo un po’, poiché dell’amica non vi era alcuna traccia, hanno pensato di contattare telefonicamente i genitori della ragazza per allertarli in qualche modo.

I genitori subito accorsi hanno cominciato a cercare la loro figlia dappertutto e, solo dopo mezzanotte, il papà della sedicenne insieme alle amiche ha trovato la ragazza in via Carlo Mirabello abbastanza vicino al piazzale Clodio.

La ragazzina era visibilmente scossa e giaceva per terra.

La ragazza è stata portata presso il policlinico Gemelli e lì sottoposta ad accertamenti.

La ragazza è stata in grado di dare alcune informazioni sull’aggressore che attualmente è ricercato dalle forze dell’ordine della capitale sulla base del prezioso identikit fornito dalla sedicenne.

 Giorgia Meloni  è intervenuta sullo sconvolgente accaduto e ha così commentato:“Spero che il colpevole sia identificato e punito. Chiediamo per queste bestie certezza della pena: questa gente deve stare in galera”.

Anche  Matteo Salvini ha espresso la sua posizione sui social dichiarando: “Per lo schifoso, di qualunque razza sia, castrazione chimica e via!”.

Loading...