Loading...

Autostrada A1 maxi-incidente verso Firenze si ribalta tir con mattoni

0
345
Autostrada-A1-maxi-incidente-verso-Firenze-si-ribalta-tir-con-mattoni

Autostrada-A1-maxi-incidente-verso-Firenze-si-ribalta-tir-con-mattoni

Si è verificato un incidente sulla A1 tra i caselli di Valdarno e Incisa, in direzione Firenze.

Un tir, che trasportava mattoni, si è in traversato, ponendosi tra le due corsie e facendo cadere i mattoni che trasportava; si è reso, per questo, indispensabile chiudere il tratto autostradale.

L’incidente è stato molto complesso, infatti, il tir è andato a finire la sua corsa contro la barriera spartitraffico e , per , questo ha causato problemi anche sulla carreggiata opposta, quella verso sud.

A causa dell’incidente sono dovuti intervenire gli uomini della Direzione 4° Tronco di Firenze, la polizia stradale e anche soccorsi meccanici.

L’incidente, come era prevedibile, ha rallentato molto la circolazione normale sia quella in direzione Roma che quella in direzione Firenze, infatti si sono creati  5 km di coda in direzione Firenze e 7 km di coda in direzione Roma, come riportato da Società Autostrade.

Tanti i disagi perché sono state necessarie alcune deviazioni, infatti chi aveva come obbiettivo Firenze ha dovuto prendere l’uscita Valdarno; da ciò i rallentamenti per le code che si sono formate, 5 km di coda tra Arezzo e Valdarno verso Firenze.

Alla situazione difficile che si è venuta a creare, purtroppo, si sono aggiunte anche le elevate temperature che hanno fatto intervenire, purtroppo, anche il 118 di Arezzo che ha dovuto distribuire acqua soprattutto ai tanti bambini e anziani chiusi nelle proprie vetture.

Verso le 19, finalmente, è cominciato quasi tutto a tornare alla normalità, infatti, il tratto tra Valdarno e Incisa, direzione Firenze, è stato riaperto.

Sul luogo dell’evento, oltre al personale della Direzione 4° Tronco di Firenze, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale e i soccorsi meccanici.

La brutta avventura è così terminata e anche se è stata difficile da vivere è stata comunque prontamente gestita dal personale addetto.

Loading...