Loading...

Test urine permette diagnosi precoce del tumore al pancreas

0
179
Test-urine-permette-diagnosi-precoce-del-tumore-al-pancreas

Test-urine-permette-diagnosi-precoce-del-tumore-al-pancreas

E’ stato ideato un test delle urine per scoprire se si ha il tumore al pancreas, un tumore aggressivo che nella stragrande maggioranza delle volte porta alla morte e che, purtroppo, riguarda, più o meno, 10.000 persone ogni anno.

Il test delle urine, che scopre il tumore al pancreas anche nella fase iniziale, è stato ideato dal Barts Cancer Institute della Queen Mary University di Londra.

 I risultati ottenuti dai ricercatori sono stati resi noti su BBC online e, successivamente pubblicati sulla rivista Clinical Cancer Research.

 Il tumore al pancreas è un tumore subdolo, perché nella fase iniziale è asintomatico e,dunque lo si scopre solo quando è troppo tardi e non è più possibile sottoporre il paziente ad un intervento di rimozione chirurgica del tumore perché troppo esteso.

 E questo fino ad oggi è avvenuto nell’80% delle volte.

Per questi motivi dalla diagnosi del tumore al pancreas alla morte la media della sopravvivenza è del solo 3%.

Con il test delle urine ideato dal Barts Cancer Institute della Queen Mary University di Londra, invece, il tumore al pancreas si scopre quando è ancora nelle primissime fasi e la strada della cura e dell’intervento chirurgico è decisamente più attuabile.

Il test, inoltre, fa scoprire anche i casi di pancreatite cronica che fino ad ora è stato complicato differenziare dal tumore se non con la tac.

Si sono sottoposti al test  488 volontari, di questi 192 erano malati di tumore al pancreas, 92 avevano la pancreatite cronica e 87 erano sani.

E’ emerso che i volontari affetti da tumore al pancreas nelle urine avevano un’alta concentrazione di proteine LYVE1, REG1A e TFF1 a differenza di coloro che avevano la pancreatite o dei soggetti sani.

Pertanto, d’ora in poi sarà possibile effettuare, preventivamente, il test a quei soggetti a rischio di tumore al pancreas e e cioè a chi è più esposto per ereditarietà o a chi fuma un alto numero di sigarette al giorno o, ancora, ai soggetti in forte sovrappeso.

La strada della prevenzione rimane sempre la più efficace in assoluto.

Loading...