breaking-news, Italia

Terremoti in tempo reale: news nuove scosse a Gubbio e sul Matese

Terremoti-in-tempo-reale-news-nuove-scosse-a-Gubbio-e-sul-Matese

Oggi, 6 gennaio 2014, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma ha registrato cinque scosse superiori a magnitudo 2.0.

Quattro sono stati gli eventi sismici che hanno colpito Gubbio e le zone limitrofe in Umbria.

La prima scossa, di magnitudo 2.0, è avvenuta alle ore 2,42, della notte appena trascorsa, nel distretto sismico del Metauro, ad una profondità di km. 10,1.

I comuni che hanno avvertito l’evento tellurico sono stati i seguenti: Pietralunga, Città di Castello, Gubbio, Montone, Umbertide in provincia di Perugia e Apecchio, Cantiano e Piobbico in provincia di Pesaro Urbino nelle Marche.

La seconda, la terza e quarta scossa, rispettivamente di magnitudo 2.3, 2.1 e 2.5, sono state registrate alle ore 14,23, alle ore 17,18 e alle ore 19,50 tutte nel distretto sismico del bacino di Gubbio.

Altra zona colpita oggi da una scossa di terremoto, di magnitudo 2.5, è stato il distretto sismico dei Monti del Matese tra le regioni della Campania e il Molise.

L’evento sismico è avvenuto alle ore 6,47 di stamane ed è stato avvertito dai comuni di Castello del Matese, Gioia Sannitica, Piedimonte Matese e San Potito Sannitico in provincia di Caserta e Cusano Mutri e Faicchio in provincia di Benevento.

Lo sciame sismico che da mesi sta colpendo Gubbio e i paesi limitrofi non ha al momento causato danni a strutture ma molta paura tra gli abitanti della zona che oramai convivono con il terrore che da un momento all’altro, anche molte volte di notte, devono abbandonare le proprie abitazioni.

Nella stessa situazione si trovano gli abitanti dei paesini sui monti del Matese tra la Campania e il Molise dove non molti giorni fa, il 29 dicembre scorso, si verificò una scossa di magnitudo 4.9 che fu avvertita in tutto il sud dell’Italia che fortunatamente provocò solo dei danni marginali ad alcune chiese nella provincia di Caserta.