Loading...

Lecce, uccide la moglie a colpi di pistola e si suicida

0
183
Fotografo-condannato-a-11-anni-per-foto-hot-a-baby-modelle

Lecce-uccide-la-moglie-a-colpi-di-pistola-e-si-suicida

A Squinzano ieri si è consumato l’ennesimo dramma familiare, un uomo Sergio Pagano di 45 anni ha ucciso la moglie e poi si è suicidato.

Sergio Pagano, che non aveva un posto fisso e che si arrangiava con dei lavori saltuari, ieri ha deciso di farla finita.

L’uomo di 45 anni non voleva che la moglie Paola Marzo di 41 anni lo lasciasse e per questo ha deciso di ucciderla e poi di suicidarsi.

Sergio Pagano si è appostato sotto l’abitazione di un’amica della moglie ed ha atteso che la sua compagna Paola Marzo uscisse.

L’uomo, vista la donna uscita dal palazzo le ha sparato un colpo di pistola alla testa poi ha rivolto la pistola alla sua tempia ed ha nuovamente sparato.

I testimoni che hanno visto inermi la scena hanno subito chiamato le forze dell’ordine e il 118.

Arrivati sul posto i medici del 118 non ha potuto che constatare il decesso della povera donna mentre Sergio Pagano era ancora in vita ed hanno predisposto il trasferimento nel vicino ospedale Vito Fazzi di Lecce.

L’uomo, subito dopo l’arrivo all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, è deceduto.

L’omicidio/suicidio si è verificato a Squinzano nella centrale via Crocefisso alla presenza di numerosi testimoni.

Gli inquirenti stanno indagando sui motivi che hanno spinto Sergio Pagano a compiere il gesto estremo.

Sembra che l’uomo non abbia mai sopportato l’idea che la moglie avesse deciso di lasciarlo.

La coppia aveva due figli di 15 e 11 anni che vivevano nella casa dei genitori della madre di Paola Marzo.

Loading...