Loading...

Ungheria, reporter chiede scusa dopo aver preso a calci profughi

0
174
Ungheria-reporter-chiede-scusa-dopo-aver-preso-a-calci-profughi

Ungheria-reporter-chiede-scusa-dopo-aver-preso-a-calci-profughi

E’ scoppiato un caso e, l’operatrice tv, Petra Laszo che durante una ripresa televisiva ha preso a calci alcuni migranti che cercavano di superare la frontiera si è pentita del suo gesto e ha voluto scusarsi pubblicamente.

 Petra Laszo, dopo il suo atteggiamento deplorevole, è stata licenziata oltre ad essere criticata duramente dall’opinione pubblica ma lei, dopo la sua condotta non ha rilasciato alcun commento fino a ieri quando ha deciso di scrivere una lettera  che poi è stata pubblicata dal sito del quotidiano ungherese Magyar Nemzet.

La lettera recita così:”Quando ho visto le immagini non mi sono riconosciuta, mi dispiace sinceramente per quello che ho fatto. Ero nel panico, non sono razzista e senza cuore … Stavo filmando quando centinaia di migranti hanno rotto il cordone, uno di loro è venuto verso di me  e io sono stata presa dal panico. Non merito né la caccia alle streghe, né le calunnie e le minacce di morte”.

Dunque, Petra Laszlo non ci sta ad essere accusata di razzismo e vuole a tutti i costi affermare con forza la sua verità e per questo racconta:«Stavo riprendendo con la mia telecamera, centinaia di profughi hanno rotto il cordone della polizia, uno di loro si è messo a correre verso di me, ho avuto paura. In quel momento qualcosa è scattato dentro di me… Ho pensato di poter essere aggredita e che dovevo difendermi… È difficile prendere buone decisioni quando si è nel panico”.

La teleoperatrice è stata subito punita del comportamento che ha tenuto con un licenziamento in tronco da parte dell’emittente N1Tv.

Ora la donna subirà anche un procedimento penale al quale non intende sottrarsi in alcun modo, però, nello stesso tempo vuole far conoscere la verità su quanto è accaduto.

La sua verità è lontana da atteggiamenti razzisti ma, piuttosto,vicina a momenti di smarrimento, confusione e tanta tanta paura.

Per questo ha voluto spiegare che: “Non merito una persecuzione politica, fango su di me, né minacce di morte. Sono io stessa una mamma disoccupata con figli piccoli, che ha fatto una cosa sbagliata. Sono davvero dispiaciuta”.

Loading...