Loading...

Diabete è allarme sono 5 milioni le persone che muoiono ogni anno

0
123
Diabete-è-allarme-sono-5-milioni-le-persone-che-muoiono-ogni-anno

Diabete-è-allarme-sono-5-milioni-le-persone-che-muoiono-ogni-anno

Una malattia delle più comuni come il diabete determina, all’anno, il decesso di 5 milioni di persone più di quante ne provocano Aids, malaria e tubercolosi insieme .

Ieri è stata la giornata che il mondo dedica al diabete, malattia subdola che è una delle cause principali di morte.

I dati che devono far riflettere sulle morti provocate dal diabete sono stati resi noti dall’International diabetes Federation.

In tutto il mondo le persone che soffrono di diabete sono uno su 11 per un totale di 415 milioni in tutto il mondo.

Di 415 milioni di persone che soffrono di diabete, quasi la metà, precisamente il 46,5%, non sa di esserne ammalato.

Se non curato in tempo il diabete può provocare problemi di salute molto gravi come infarti, cecità e insufficienze renali.

L’International diabetes Federation ha reso noto che il diabete, in pochi anni si calcola entro il 2040, potrebbe colpire più di 642 milioni di persone al mondo.

In Italia la situazione è critica, più di 4 milioni di individui soffrono di diabete.

Ma secondo i medici, nel nostro paese ci sono un milione di persone che sono state colpite dal diabete però non lo sanno ancora.

Enzo Bonora presidente del Sid, in occasione della giornata dedicata al diabete, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla situazione in Italia: “I casi aumentano soprattutto perché viviamo in un ambiente diabetogenico. La vita moderna fa sì che la sedentarietà imperi e che ci sia un accesso illimitato al cibo. Lo stress della vita moderna inoltre induce a ricercare delle ricompense. E quella di più facile accesso è il cibo ad elevato contenuto di calorie. Questo eccesso porta, se non all’obesità, almeno al sovrappeso, condizione che aumenta il rischio di diabete”.

Per evitare di essere colpiti dal diabete è importantissima l’alimentazione che deve essere sana e corretta già da quando si è bambini.

Secondo Enzo Bonera in Italia si propende a cibarsi più del dovuto introducendo nell’organismo più calorie di quante realmente consumiamo.

L’alimentazione sbagliata provoca in molti casi l’aumento di zuccheri e di grassi presenti nel sangue e quindi a lungo andare l’insorgenza del diabete.

Loading...