Detroit, afroamericano schizofrenico e disarmato ucciso dalla polizia

0
55
Detroit-afroamericano-schizofrenico-e-disarmato-ucciso-dalla-polizia

Detroit-afroamericano-schizofrenico-e-disarmato-ucciso-dalla-polizia

Gli Stati Uniti d’America stanno vivendo una nuova escalation di violenze e uccisioni da parte della polizia sugli uomini di colore. Sono solo passati 10 giorni dal decesso di uomo di colore ucciso dalla polizia statunitense in un autogrill dell’hinterland di Los Angeles che in queste ore giungono notizie di un nuovo caso di discriminazione raziale è avvenuto in un’altra grande città americana.

Le proteste della numerosissima popolazione afroamericana che risiede negli Stati Uniti d’America si sono scatenate in seguito alla notizia di una nuova morte di un uomo di colore in seguito ad un colpo sparato da un poliziotto. L’uomo, che è stato ucciso dalle forze dell’ordine americane, si chiamava Kevin Matthnws ed è morto a Detroit in seguito ad n violento litigio con la polizia locale.

Sembra che l’uomo al momento della colluttazione con un agente delle forze dell’ordine non avesse armi. Kevin Matthnws aveva appena compiuto un furto ed era stato fermato da un agente. I due avevano avuto una violenta colluttazione quando all’improvviso l’uomo di colore ha tentato di scappare.

L’agente a quel punto ha deciso di sparare colpendo a morte Kevin Matthnws. Sembrerebbe che prima di scappare l’uomo afroamericano abbia tentato di impossessarsi della pistola del poliziotto e poi non riuscendovi ha deciso di scappare.

Secondo quanto riportato dai giornali locali la mamma di Kevin Matthnws ha riferito che il figlio era schizofrenico e al momento del furto non era armato. In poche ore la notizia della morte di Kevin Matthnws si è diffusa in tutta la città e in molte persone di colore sono scese per strada per protestare contro i metodi utilizzati dalla polizia americana.

Sembrerebbe che accanto agli afroamericani a protestare per strada siano scesi anche note personalità politiche americane. Sempre negli Stati Uniti d’America ieri si è diffusa la notizia della morte di Rashad Bugg-Bey, il ragazzo di soli 25 anni che dopo un mese di agonia è morto in ospedale.

Rashad Bugg-Bey era in coma da novembre scorso in seguito ad un colpo di pistola sparato da un poliziotto americano. Dopo questi ultimi tre ultimi episodi la situazione negli Stati Uniti d’America si sta facendo sempre più elettrica tra la popolazione afroamericana e la polizia.

Il distretto di polizia di Detroit ha reso noto che l’uomo afroamericano è stato bloccato dall’agente in un giardino privato, l’uomo di colore ha aggredito il poliziotto che ha tentato di difendersi. Subito dopo il giovane di colore è scappato ed il poliziotto ha sparato alcuni colpi di pistola che hanno ferito mortalmente Kevin Matthnws.

Loading...