breaking-news, Italia

Ricatto a luci rosse, prostituta arrestata nel reggiano per minacce di morte

Ricatto-a-luci-rosse-prostituta-arrestata-nel-reggiano-per-minacce-di-morte

Un uomo 40enne è stato a lungo ricattato ieri notte da una prostituta a Parma. La prostituta, una giovane ragazza di origini romena, aveva chiesto un extra all’uomo rispetto al compenso pattuito,  70 euro perché il rapporto era durato più a lungo del previsto.

L’uomo si è rifiutato di pagare l’extra e la ragazza romena si è vendicata. L’uomo stava riaccompagnando la donna al distributore di benzina, luogo della conoscenza, quando la prostituta in seguito ad una telefonata intercorsa ancora non si sa con chi, ha chiesto al suo cliente occasionale l’extra perché il rapporto era durato più a lungo. La donna dopo il rifiuto si è impossessata del cellulare dell’uomo per impedirgli di chiamare i carabinieri e lo ha minacciato dicendo che se non avesse pagato tutto lo avrebbe fatto sparare dal marito.

La prostituta si è fatta dare tutti i soldi che aveva l’uomo nel portafoglio per un totale di 285 euro e poi ha chiesto al 40enne un’ulteriore somma di denaro pari a 500 euro. L’uomo è sceso dalla sua auto ed ha ritirato i 500 euro con la sua carta di credito da un bancomat. Ma proprio quando il 40enne era in preda al panico è arrivata per caso nelle vicinanze del bancomat dove aveva ritirato i soldi una pattuglia dei carabinieri.

L’uomo ha raccontato tutto alle forze dell’ordine che hanno raggiunto con il 40enne l’auto e dopo essersi accertati che la donna romena di 20 anni era in possesso del cellulare dell’uomo e di 285 euro l’hanno arrestata per il reato di estorsione. La ragazza romena di 20 anni abitava in un paesino nelle vicinanze di Parma a Corniglio. L’uomo di 40 anni di Parma è ritornato in possesso delle somme che la prostituta le aveva sottratto ed ha deciso di denunciare il tutto.