breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Airc il cancro si sconfigge con la ricerca, ecco le Arance della salute

Airc-per-sostenere-la-ricerca-contro-il-cancro-ecco-le-Arance-della-salute

La ricerca contro il cancro ha bisogno di finanziamenti e l’Airc ancora una volta con moltissimi volontari ha organizzato lo scorso 30 gennaio la giornata delle arance per la salute.

In 2.500 comuni italiani sono stati installati i gazebo dell’Airc per la vendita delle arance della salute ad un prezzo simbolico di 9 euro che serviranno per la ricerca contro la malattia che provoca un numero elevatissimo di morti ogni anno.

I ricercatori dell’Airc, associazione italiana ricerca cancro, hanno reso noto che le principali cause che provocano le neoplasie sono due, l’obesità e la sedentarietà. L’obesità e la sedentarietà, secondo i medici dell’Airc, provocano la morte di 2 milioni di persone per il cancro.

Una vera strage causata da uno stile di vita sbagliato. L’Airc, per trovare sovvenzionamenti per la lotta contro il cancro, come tutti gli anni ha organizzato in circa 2.500 città italiane l’iniziativa delle arance per la salute.

L’Airc ha anche reso noto che i ricercatori dell’Università di Washington hanno riscontrato che sono in tutta la Terra 3,3 milioni le persone che muoiono di cancro per un regime di vita sbagliato. L’Airc ha diffuso il seguente comunicato della prestigiosa Università di Washington: “Oltre il 40% delle morti per cancro potrebbero essere facilmente prevenibili modificando gli stili di vita. Il fumo resta la principale causa con 1,5 milioni di decessi l’anno, ma sono preoccupanti anche l’obesità, l’eccesso di sale, l’alcol, un basso consumo di frutta e verdura e la scarsa attività fisica”.

L’importante associazione italiana che da anni lotta per la prevenzione al cancro ha chiarito il ruolo importantissimo dell’attività fisica nella lotta contro la malattia del secolo: “Quello che resta tutt’oggi sottovalutato è il ruolo dell’esercizio fisico che, come ricordano gli esperti del Sistema Sanitario Britannico, andrebbe prescritto come una medicina, perché può essere altrettanto efficace di un farmaco. Un’attività fisica regolare diminuisce del 30-40% il rischio di tumore al colon, del 20-40% di quello all’endometrio e del 20% di quello al polmone, oltre a contribuire alla prevenzione del cancro al seno”.

Ieri 30 gennaio è stata organizzata in tantissime città italiane l’iniziativa delle arance della salute con la vendita di 2,5 chilogrammi di arance ad un prezzo simbolico di 9 euro. Sono state tantissime le persone che, come ogni anno, si sono recate nelle piazze della propria città ed hanno comprato le arance della salute.