breaking-news, Italia, Salute & Benessere

E’ aspra la polemica tra infermieri e medici sul ruolo in ambulanza e in ospedale

E'-polemica-tra-infermieri-e-medici-per-il-ruolo-in-ambulanza-e-in-ospedale

La figura dell’infermerie in questi ultimi anni sta sempre più diventato altamente specializzata. Da qualche anno coloro che vogliono svolgere la professione di infermieri devo conseguire la laurea breve che comporta studi e tanti sacrifici e la partecipazione a test selettivi durissimi per l’iscrizione ad un’università a numero chiuso.

La categoria degli infermieri è sempre più specializzata e alcune volte nei nostri ospedali si sostituisce in valutazioni di carattere prettamente medico che dovrebbero invece essere di competenza dei medici che hanno un titolo specifico per farlo.

La professione di infermiere in Italia, come nel resto del mondo, sta sempre più cambiando. Gli infermieri non si occupano solo delle flebo o di fare in modo che il paziente prenda il farmaco nell’ora stabilita ma effettuato prestazioni anche più complesse. La maggiore professionalità degli infermieri non può che apportare giovamento alla sanità italiana che sicuramente non è delle migliori.

Però molti medici rivendicano il loro titolo e vogliono che le prestazioni degli infermieri siano ben definite. E’ notizia degli ultimi giorni che l’Ordine dei medici di Bologna ha preso una decisione che farà molto discutere. L’Ordine dei medici di Bologna ha deciso di sospendere alcuni medici che hanno “approvato le linee guida che prevedono appunto le ambulanze gestite solo da infermieri”.

Secondo l’ordine dei medici di Bologna in un’ambulanza è necessaria la presenza di un medico. L’infermiere può essere altamente specializzato ma in molte circostanze, soprattutto di primo intervento come avviene spesso per il pronto soccorso svolto dl personale di pronto intervento, è importantissima la presenza di un medico a bordo del mezzo.

I medici di Bologna ritengono che non avere un medico su un’ambulanza sia un pericolo per coloro che vengono soccorsi. Sembra però che la decisione dei medici di Bologna non sia andata molto a genio di molti infermieri ed è scoppiata una dura polemiche tra gli stessi infermieri e i medici.

Gli infermieri hanno riferito che in altre città italiane le ambulanze hanno a bordo solo i loro colleghi e non si sono mai verificate grosse problematiche. Secondo i medici, però, gli infermieri possono senza alcun problema, con le conoscenze che hanno, svolgere alcune medicazioni d’emergenza ma non hanno le capacità conoscitive di prescrivere farmaci o diagnosticare malattie.

I medici ritengono però che alcuni infermieri si sentono in grado di poter anche far a meno dei dottori e di poter senza alcun problema diagnosticare malattie. I medici ritengono che il Ministero debba intervenire per cercare, una volta per tutte, delimitare le competenze degli infermieri.