breaking-news, Italia

Elettricità e gas in calo già da aprile ecco quanto una famiglia risparmia

Elettricità-e-gas-in-calo-già-da-aprile-ecco-quanto-una-famiglia-risparmia

Una nuova bella notizia per i tanti utenti italiani. La luce e il gas, da oggi 1 aprile, hanno avuto un ulteriore ribasso. Già nel primo trimestre del 2016 le bollette dell’energia elettrica e del gas hanno avuto una diminuzione. Da oggi 1 aprile i l’energia elettrica avrà un costo del 5,0% in meno rispetto allo scorso trimestre, mentre per il gas la diminuzione sarà ancora maggiore, toccherà in media il 9,8%.

A rendere nota la drastica diminuzione del costo sia dell’energia elettrica che del gas è stata, con una nota, l’Autorità per l’energia che ha motivato la decisione di “alleggerire” il costo delle bollette  per il costo inferiore rispetto al trimestre precedente della materia prima quali petrolio e gas naturali.

Secondo quanto riferito dall’Autorità per l’energia elettrica, la spesa media delle famiglie italiane sarà di 502  euro all’anno per la bolletta elettrica con un risparmio rispetto al 2015 di 8 euro annui. Molto più alto sarà il risparmio invece per le bollette del gas che per una famiglia media italiana avrà un costo di 1.076 euro con un 5,2% totale in meno rispetto all’anno scorso che significherà un risparmio di 59 euro all’anno.

Secondo quanto riferito dall’Autorità per l’energia, il ribasso delle bollette di gas ed elettricità oltre al minor costo delle materie prime è anche dovuto ad  una maggiore quantità di gas che è disponibile sui mercati europei.

Il presidente di Codacons, Carlo Renzi ha così commentato la notizia delle nuove diminuzioni dei costi di gas ed energia elettrica:  “Si tratta di maxi-ribassi che comporteranno risparmi per le famiglie, ma che potrebbero essere addirittura più pesanti se si arrivasse in Italia ad un taglio della tassazione sulle bollette energetiche.

Carlo Renzi ha anche precisato che: “Il nostro paese, infatti, detiene il record europeo per le tasse sull’energia: la pressione fiscale incide sulle bollette per il 37% (luce) e per il 34% (gas). Situazione ben diversa in Europa, dove la tassazione media è del 32% sull’elettricità e del 23% sul gas. Una tassazione così elevata di fatto ostacola e riduce i vantaggi per i consumatori derivanti dal taglio delle tariffe; per tale motivo invitiamo il Governo a mettere finalmente mano alle tasse sulle bollette, allineando la pressione fiscale a quella europea”.

La direzione della Coldiretti ha reso noto il suo pensiero sulla diminuzione dei costi di energia e di gas con il seguente comunicato: “La riduzione delle tariffe energetiche è importante per le famiglie, ma anche per il contenimento dei costi delle imprese. Il contenimento della spesa energetica in un momento di crisi ha un doppio effetto positivo perché aumenta il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma riduce anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l’agroalimentare. Il costo dell’energia si riflette infatti in tutta la filiera e riguarda le attività agricole, ma anche la trasformazione, la conservazione degli alimenti”.

 Un’altra importante novità è che le bollette elevate potranno essere da ora in poi sempre rateizzate, lo prevede un ddl che è stato presentato al Senato.