Bari & Dintorni

Paparesta torna felice dalla Malesia per le promesse di Noordin ma ancora senza un euro

Paparesta torna felice dalla Malesia per le promesse di Noordin ma ancora senza un euro

Gianluca Paparesta è tornato dalla Malesia con tante promesse ma purtroppo, ancora una volta, senza un euro in cassa.

Le promesse di Ahmad Noordin Datò, imprenditore malese che ha interessi sia nel petrolio che nei diamanti, sono di portare entro 5 anni il Bari ai vertici del calcio nazionale tanto da cercare di vincere il campionato.

Promesse importanti ma ancora senza un becco di un centesimo. L’imprenditore malese ha firmato un precontratto di acquisto delle quote di maggioranza del Bari e doveva inviare un bonifico entro la fine del mese scorso di 2,5 milioni di euro.

Sta di fatto che al momento il bonifico non è ancora arrivato e le casse della società biancorossa sono in profondo rosso.

Paparesta, di ritorno dalla Malesia, ha detto che è sicuro che il versamento delle quote dovute dal miliardario Noordin avverranno entro il prossimo 30 maggio.

L’attuale presidente del Bari è sicuro di presentarsi al prossimo consiglio di amministrazione della società con il bonifico in tasca in  modo da zittire il socio di minoranza della società biancorossa Giancaspro.

Se il tanto atteso bonifico non dovesse arrivare, il Bari si troverebbe in una situazione delicatissima con un versamento da effettuare entro il 10 giugno di ben 4 milioni di euro per ripianare i debiti di bilancio.