breaking-news

Negli Usa carcerati si accorgono che la guardia ha un infarto e sfondano la cella per soccorrerlo

carcere-suicidio

Negli Stati Uniti d’America, il 23 giugno, è accaduto che alcuni carcerati, otto per la precisione, detenuti presso il seminterrato del tribunale di Weatherford, in Texas si sono accorti che la guardia che li doveva sorvegliare, all’improvviso, è stata colpita da un infarto e, senza pensarci un attimo, hanno sfondato la cella per andare in suo soccorso.

Sfondata la cella si sono avvicinati alla guardia, gli hanno sottratto la ricetrasmittente per lanciare l’allarme e poi hanno chiamato aiuto ad altissima voce e non hanno smesso fino a quando non è intervenuto qualche collega della guardia per prestare soccorso.

Nick Kelton, uno dei detenuti  – eroi ha raccontato:«Eravamo preoccupati che sarebbero arrivati con le pistole spianate. Tuttavia non mi è mai passato per la mente di non aiutarlo. È un uomo buono».

Mark Arnett, dell’ufficio dello sceriffo della contea di Parker  ha dichiarato:«Gli hanno salvato la vita, non c’è alcun dubbio . Tutti i detenuti erano in manette e non potevano praticare il massaggio cardiaco, ma senza il loro intervento non sappiamo come si sarebbe conclusa la vicenda».

Dopo il repentino interventi dei carcerato la guardia è stata soccorsa e ora è in via di guarigione tanto che la prossima settimana sarà di nuovo al suo, posto.